Pubblicità

Sesso matrimoniale (132729)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 33 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Bea 29

Salve, sono felicemente sposata da quasi 10 anni e madre di 2 bambini. Io e mio marito (anni 42) abbiamo un rapporto aperto e di dialogo. Sessualmente non abbiamo particolari tabù, anzi abbiamo provato insieme diversi modi di fare l'amore compresi sesso orale e anale, anche se quest'ultimo non mi esalta particolarmente. Nonostante ciò io voglio farlo contento e quindi faccio tutto ciò che posso per questo scopo. Il problema è che fra me e lui c'è una carica sessuale non uguale. Infatti lui vorrebbe fare l'amore molto più spesso e in tanti modi anche quando io non me la sento. La domanda è: quante volte è normale fare l'amore per una coppia che si vuole molto bene e che non ha altri problemi all'infuori di una questione di frequenza? Come risolvere questo problema visto che lui ci soffre e di conseguenza anche io, tanto che alle volte mi costringo ad accontentarlo per non starci male? E' giusto che io lo faccia? Mio marito dice di no, perchè preferirebbe vedermi "più calda" e non desidera altre donne anzi vuole me come sua unica "pornostar". E' la mia una cosa "curabile"?, o piuttosto è lui che si deve far "curare"? Per notizia va detto che è capitato che io non abbia desiderio anche per due settimane e da qui sorgono i problemi. Grazie.

Cara Bea, in una coppia stabile, quale voi siete, i rapporti di media sono due volte settimanali sfiorando i tre. Da come è descritta la vostra relazione pare che per quanto riguarda la sessualità ci siano delle dissonanze cioè i rapporti devono essere fatti quando c'è desiderio da entrambe le parti, no quando si deve farlo per far piacere all'altro. Si può affermare che spesso subisci una violenza psicologica che alla lunga procura ciò che è denunciata come mancanza di desiderio. Per documentarsi ti consiglio di leggere il libro: "L'amore, la sessualità non hanno età" edito da Bastogi, si riportano le varie fasi sessuali che ci sono in una coppia stabile. Il problema che sottoponi è anche da capire psicologicamente e da come è descritto consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta sessuologo che sia in coppia che individualmente possa aiutarvi per far si che la sessualità sia un picere e non un dovere. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 7/04/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti co...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

News Letters

0
condivisioni