Pubblicità

Sesso nella coppia ( 163393 )

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 291 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Claudia, 24

Gentile Dottore,
ho un problema a mio avviso non troppo grave, ma essendo che persiste da qualche tempo, vorrei avere un aiuto per potermi chiarire le idee e quindi risolvere il problema. Ho una relazione da sei anni all'incirca, all'inizio l'intesa sessuale era ottima, poi c'è stata una separazione a causa di un'altra donna, la cosa mi ha ferita profondamente. Dopo qualche tempo la relazione è ricominciata ma fare sesso e ritrovare un intesa sessuale è stato difficilissimo. Infatti ho interrotto la relazione, dopo essere stata con un altro uomo le cose sono totalmente cambiate. Ho rivisto il mio compagno di sempre e abbiamo ricominciato la frequentazione, in seguito ad un mio periodo in ospedale non proprio tranquillo ci siamo avvicinati più che mai e abbiamo una bella relazione da due anni. Ultimamente accade però che iniziare un rapporto sessuale è sempre difficoltoso, personalmente non sono una persona che mette il sesso al primo posto, però spesso la fase dei preliminari e anche quella antecedente (quando vuole farmi capire che vuole un rapporto) mi fanno passare il desiderio. Trovo sempre in lui qualcosa che non va, che mi infastidisce, nel modo in cui mi tocca ecc. Premetto che lui non fa nulla di strano o perverso, si comporta comunemente, però io spesso mi trovo in fastidio durante i preliminari, spesso non provo piacere durante questa fase e quindi entro in uno stato di disagio; attribuisco così a lui un atteggiamento egoistico anche se so che lui cerca solo di procurarmi piacere. Il fatto è che se inizio ad innervosirmi e ad infastidirmi durante quella fase del rapporto poi non riesco nemmeno più ad avere un rapporto serenamente.
Eppure non capisco il perchè; ci amiamo, siamo cresciuti insieme facendo i nostri errori ma ritrovandoci sempre. Ma adesso il sesso è quasi un problema, anche se il rapporto in se e per se è sempre soddisfacente per assurdo. E' proprio l'approccio al sesso che non va, e sento che la colpa è mia, perchè sono io che creo il problema.
Grazie mille se mi risponderà.

 

Cara Claudia,
dal racconto si evince che più che un problema di sesso, necessita ritrovare una vita esistenziale serena, poichè dal racconto emergono varie situazioni relazionali che fanno riflettere.
Quindi ancor prima di effettuare inontri con il sessuologo consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico pe aiutare a trovare quella serenita interiore che pare essere smarrita da molto tempo.
Il fastidio dei preliminari è tipico di quelle coppie che desiderano più il sesso genitale che quello epidermico,quindi dopo aver risolto l'esistenzialità se il problema sussiste, in coppia potete consultare uno psicoterapeuta sessuologo iscrito alla FISS che vi aiuterà nel ritrovare quella confidenzialità e complicità ingredienti necessari per un ottima sessualità.
Auguri

PubblicitàVuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su
Vuoi conoscere i libri che parlano
di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

News Letters

0
condivisioni