Pubblicità

Sessuale (002457)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Agnese, 18 anni

Sono una ragazza di 18 anni e sono vergine. Qualche tempo fa io e il mio ragazzo abbiamo provato a fare l'amore ma abbiamo dovuto sospendere a causa dell'enorme dolore da me provato. Io credevo che tutto ciò fosse normale, e cioè dovuto alla mia verginità. Più avanti però ho scoperto l'esistenza di un problema di natura psicologica, chiamato "vaginismo" che provoca, a causa della tensione, l'involontaria contrazione delle pareti vaginali per cui la penetrazione sessuale risulta dolorosa e difficoltosa (come se si andasse contro un "muro"). Questa è esattamente la sensazione che io ho provato quella volta. Volevo da voi un consiglio per riuscire a superare questo problema, poichè, nonostante io sia pronta a fare sesso, non posso in alcun modo evitare in quel momento di essere tesa. Grazie.

Cara Agnese fare autodiagnosi sulla scia di letture fatte non è mai corretto. Il dolore nei rapporti sessuali non è provocato soltanto dal vaginismo, ci possono essere altre cause. Pertanto suggerisco una visita ginecologica per accertare che il dolore non sia dovuto a cause organiche; visita che trovo oltremodo opportuna per chi, come te, si appresta ad iniziare l'attività sessuale. L'inizio dell'attività sessuale è un momento importante ed avere un referente a cui chiedere consigli e chiarimenti può risultare di grande aiuto per avere un'attività sessuale serena. Dai risultati della visita si potrà stabilire se è necessario affrontare il problema con l'aiuto di un sessuologo/a. Auguri.

( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

News Letters

0
condivisioni