Pubblicità

Sessualità (009775)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 27 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Eleonora, 45 anni

Sono veramente in crisi, non so che pesci pigliare, avrei veramente la necessità di un consiglio.
Ho 45 anni e da 10 mesi frequento un uomo di 5 anni più giovane di me.
Direi che il nostro è stato un vero colpo di fulmine ci siamo innamorati nell'attimo stesso in cui ci siamo visti. Da quel momento la nostra frequentazione è stata veramente assidua. Succede però un fatto che forse in precedenza ho sottovalutato ma che ora sta diventando veramente insostenibile: mi propone con una certa assiduità incontri sessuali con altre persone, che siano coppie o singoli.
Nonostante gli abbia fatto capire anche con toni accesi di non essere interessata alla cosa, lui continua a propormela dicendo che ciò non può che rappresentare una crescita ed un arricchimento della coppia.
Dice anche che se accettassi lui mi amerebbe anche di più.
La cosa per me è a dir poco sconcertante. Cosa faccio? Lo mollo? non so se mi risponderete, ad ogni modo vi ringrazio lo stesso Eleonora

Gentile Eleonora, la risposta alla sua domanda è semplice, in un certo senso si è quasi risposta da sola. In amore un elemento fondamentale e inalienabile è il rispetto. Il desiderio del suo compagno di sperimentare questa forma diversa di incontro sessuale è comprensibile, o meglio, lo sarebbe se foste d'accordo su questo punto. Ma cercare di convincerla a fare una cosa che lei non desidera, non le sembra una mancanza di rispetto? E se lei non ha né desiderio né curiosità nei confronti di questa esperienza, perchè dovrebbe provarla?
Auguri

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

News Letters

0
condivisioni