Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (013565)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Giorgia, 41 anni

Son sposata da 20 anni ho 3 figlie lavoro come inf. prof. all'asl.
Tre anni fà mi volevo separare poi mio marito ha fatto delle promesse che mi hanno convinto a rimettermi in gioco; ma dopo un anno eravamo arenati un altra volta con gli stessi problemi.Questa volta ero decisa e per me era proprio finita tanto che mi concessi di fare sesso con un altra persona (era la seconda volta che lo tradivo l'altra era successa circa 13 anni fà e anche quello fu solo sesso). La prima volta era per vendicarmi del fatto che mi sentivo totalmente trascurata dal punto di vista fisico (già allora farlo 2 volte al mese era un avvenimento e io lo ritenevo un problema affrontato innumerevoli volte con lui). La seconda è stato uno svago concessomi visto che per me la nostra storia era finita; lui non sà nulla; e con mia grande sorpresa lui cominciò realmente a cambiare.Cominciammo una psicoterapia di coppia (Sett.2004) che tuttora proseguiamo in seguito alla quale anche i rapporti sessuali ebbero un miglioramento sia come qualità sia come quantità. Dimenticavo di dire che tra il primo e il secondo tradimento la nostra vita sessuale si è barcamenata tra alti e bassi (di più) tanto che mi ero adagiata e mi ero convinta in certi momenti di avere raggiunto la pace dei sensi. Marzo 2005 è cominciato un periodo molto difficile per tutta la famiglia causato da un grave malessere vissuto da nostra figlia maggiore che ha causato l'interuzione della terapia di coppia per dedicarci alla terapia famigliare.
Da allora non sento più nessun desiderio verso mio marito e molto poco anche per il sesso avolte mi masturbo ma giusto per rilassarmi. Il solo pensiero di fare sesso con lui mi deprime ma non mi viene neanche voglia di farlo con altri.Prima di sposarmi avevo ogasmi multipli durante i rapporti, poco dopo il matrimonio ho cominciato a averne uno a fatica se mi concentravo e poi è andato avanti cosi per anni e anche nei rapporti extra non è andata meglio. Non riesco a capire quale è il problema e dove risiede ,secondo lei riuscirò mai a tornare a fare sesso senza "problemi" di rilassamento anzi dovendo sforzarmi per arrivare all'orgasmo??Cosa posso fare??? Grazie.

Gentile Giorgia,
è importante capire se si tratta di calo del desiderio o di altro, sicuramente gli eventi vissuti sia a livello di coppia che di dinamiche familiari possono aver influenzato la sua sessualità di coppia oltre che di donna, a tal proposito potrebbe prender in considerazione una terapia sessuale mirata su di lei ed eventualmente sulla coppia qualora lei creda che il problema possa essere risolto anche da questo punto di vista. Buon lavoro.


( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opi...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

News Letters