Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (013565)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 34 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giorgia, 41 anni

Son sposata da 20 anni ho 3 figlie lavoro come inf. prof. all'asl.
Tre anni fà mi volevo separare poi mio marito ha fatto delle promesse che mi hanno convinto a rimettermi in gioco; ma dopo un anno eravamo arenati un altra volta con gli stessi problemi.Questa volta ero decisa e per me era proprio finita tanto che mi concessi di fare sesso con un altra persona (era la seconda volta che lo tradivo l'altra era successa circa 13 anni fà e anche quello fu solo sesso). La prima volta era per vendicarmi del fatto che mi sentivo totalmente trascurata dal punto di vista fisico (già allora farlo 2 volte al mese era un avvenimento e io lo ritenevo un problema affrontato innumerevoli volte con lui). La seconda è stato uno svago concessomi visto che per me la nostra storia era finita; lui non sà nulla; e con mia grande sorpresa lui cominciò realmente a cambiare.Cominciammo una psicoterapia di coppia (Sett.2004) che tuttora proseguiamo in seguito alla quale anche i rapporti sessuali ebbero un miglioramento sia come qualità sia come quantità. Dimenticavo di dire che tra il primo e il secondo tradimento la nostra vita sessuale si è barcamenata tra alti e bassi (di più) tanto che mi ero adagiata e mi ero convinta in certi momenti di avere raggiunto la pace dei sensi. Marzo 2005 è cominciato un periodo molto difficile per tutta la famiglia causato da un grave malessere vissuto da nostra figlia maggiore che ha causato l'interuzione della terapia di coppia per dedicarci alla terapia famigliare.
Da allora non sento più nessun desiderio verso mio marito e molto poco anche per il sesso avolte mi masturbo ma giusto per rilassarmi. Il solo pensiero di fare sesso con lui mi deprime ma non mi viene neanche voglia di farlo con altri.Prima di sposarmi avevo ogasmi multipli durante i rapporti, poco dopo il matrimonio ho cominciato a averne uno a fatica se mi concentravo e poi è andato avanti cosi per anni e anche nei rapporti extra non è andata meglio. Non riesco a capire quale è il problema e dove risiede ,secondo lei riuscirò mai a tornare a fare sesso senza "problemi" di rilassamento anzi dovendo sforzarmi per arrivare all'orgasmo??Cosa posso fare??? Grazie.

Gentile Giorgia,
è importante capire se si tratta di calo del desiderio o di altro, sicuramente gli eventi vissuti sia a livello di coppia che di dinamiche familiari possono aver influenzato la sua sessualità di coppia oltre che di donna, a tal proposito potrebbe prender in considerazione una terapia sessuale mirata su di lei ed eventualmente sulla coppia qualora lei creda che il problema possa essere risolto anche da questo punto di vista. Buon lavoro.


( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

News Letters

0
condivisioni