Pubblicità

Sessualità (017451)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 50 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lello, 43 anni

Salve, da quando sono adolescente sono sempre stato attratto dalle donne muscolose e forti (sia fisicamente che moralmente; man mano, crescendo, la passione per questo genere piuttosto raro di donne mi è cresciuta sempre più e è diventata una vera pulsione sessuale.
Provo grande eccitazione nella visione di donne che praticano body building e che hanno muscoli molto sviluppati, fantasticando rapporti sessuali in cui vengo dominato fisicamente in modo da essere completamente sottomesso e di non avere alcuna possibilità di reazione visto lo squilibrio di forza. Infatti sono molto attirato anche da soggetti femminili che abbiano superpoteri, anche se non vistosamente muscolose, purchè abbiano una forza sovrumana che potrebbe consentirgli di ottenere qualunque cosa, specie da un uomo, con la sopraffazione fisica.
Premesso questo, debbo dire di avere un rapporto sessuale soddisfacente con mia moglie, con cui ho un eccellente rapporto di confidenza, che conosce questa mia passione e che vive in maniera piuttosto serena queste cose, anche vivendole insieme e assecondando le mie scelte (sempre peraltro nella più tranquilla confidenza reciproca e senza che la cosa diventi maniacale).
La domanda è questa: c'è in me una parte gay che non capisco e che è allo stato latente? aggiungo che anche la visione di uomini molto muscolosi talvolta mi ha eccitato, ma sempre legandolo al concetto di forza superiore che al genere maschile.
Grazie, saluti

Caro Lello escluderei l'ipotesi di una latenza omosessuale mentre non escludo l'ipotesi di varianti nel comportamento sessuale. Lo spiccato interesse per determinati attributi fisici e per certe situazioni specifiche caratterizzano le deviazioni sessuali. Deviazione è il temine che viene usato per indicare l'attaccamento morboso a tipi di soddisfazione inusuali dell'istinto sessuale. Il fatto di essere riuscito a far accettare questo aspetto della tua sessualità a tua moglie è positivo ma attento a non eccedere, con il tempo potresti perdere interesse verso il rapporto coitale e cercare sempre di più il raggiungimento della soddisfazione sessuale attraverso l'eccitazione prodotta da queste situazioni specifiche.
Auguri.

( risponde la dott.ssa Maria Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

News Letters

0
condivisioni