Pubblicità

Sessualità (053909)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 52 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Sissi 37, 6/11/2002

Mi turba l'essermi accorta in privato che il mio ragazzo visita siti porno, mi imbarazza vedere quello che lui vede per curiosità o.... per che cosa? il sesso tra noi non è mai andato male, siamo assieme da 5 anni e non manca l'attrazione fisica, ma mi viene da pensare che lui sia stimolata dalle immagini che vede.... o sono esagerata e non comprendo la sua natura maschile? come posso parlarne ed eventualmente affrontare il problema se questa cosa porta alla luce (o nasconde!) un problema tra noi? La ringrazio tanto.

RISPOSTA: Ciao Sissi, è evidente che la scoperta che hai fatto ti turba molto e ritengo per questo che l'argomento vada affrontato quanto prima con il tuo ragazzo. Nessuno meglio di lui potrà spiegarti perchè prova il desiderio di guardare quelle immagini e non è detto questo sia necessariamente il segnale di un problema tra voi. In ogni caso, considerando che tu non sei serena rispetto alla cosa ritengo che dovresti farglielo sapere nel modo più semplice e diretto possibile, spiegandogli i tuoi dubbi. Se anche questo sua preferenza dovesse rinviare a delle difficoltà nel vostro rapporto di coppia meglio parlarne immediatamente per chiarisi subito e affrontare insieme la cosa. Non ritengo che tu sia esagerata, nè che non comprenda la natura maschile, mi sembra, anzi, comprensibile e naturale che questa scoperta ti abbia fatto provare ansia e apprensione considerando che, da come parli, tu non hai quel tipo di preferenza. La pornografia è sempre esistita, anche nell'antichità, e questo ci dice che evidentemente soddisfa qualche bisogno, più o meno, recondito dell'essere umano. Ma guardare delle immagini pornografiche, di per se, non rappresenta necessariamente un problema. Può essere un modo per stimolare la fantasia o per provare eccitazione o forse una semplice curiosità. Cerca di esprimere il tuo imbarazzo e i tuoi timori al tuo partner così avrete modo di confrontarvi sull'argomento e forse riuscirai a tranquillizzarti.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

News Letters

0
condivisioni