Pubblicità

Sessualità (104731)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 24 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Elisa 19

E' da un anno che ho rapporti completi con il mio uomo ma in questo anno ho provato poco e niente il piacere. Di solito provo una bella sensazione quando io sto sopra di lui ma dura qualche secondo e poi svanisce. Mi bagno tantissimo ma è raro provare l'orgasmo. L'ho provato una volta che non smettevo di urlare e poi lui è venuto. Da sola è molto peggio neanche un pò di piacere, come se non entra niente, anche se mi tocco non provo niente e sto impazzendo con questo problema. Mi aiuti per favore. Io vorrei essere come tutte le persone, non so che cos'ho di strano sembra che sono nelle nuvole ma non dipende neanche da me, ho paura di avere qualcosa di grave, voglio capire... se è anche un problema fisico. Grazie e per favore rispondetemi. Arrivederci

Cara Elisa, se teme che alla base della sua difficoltà a provare piacere possa esserci una problematica di tipo organico, la prima cosa che dovrebbe fare è una visita ginecologica, specificando al medico qual è il preciso motivo della visita. È però in genere piuttosto raro che problemi nell’ambito dell’orgasmo possano avere una componente fisica, generalmente sono connessi con aspetti psicologici, quale per esempio una generale difficoltà a lasciarsi andare, un rapporto conflittuale con la sessualità, una scarsa confidenza con il proprio corpo. Mi sembra che, dato che lei sostiene che con l’autoerotismo ha ancora più difficoltà che nei rapporti con il suo ragazzo, quest’ultimo aspetto potrebbe essere rilevante. Se, dopo la visita ginecologica non viene riscontrata alcuna problematica di tipo organico, parli con il suo ragazzo di questa situazione; potete farvi consigliare dal ginecologo stesso un professionista, psicologo o sessuologo, che possa aiutarvi a lavorare su questo problema. Le faccio molti auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 12/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

News Letters

0
condivisioni