Pubblicità

Sessualità (105143)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 35 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Valentina 23

Salve dottore. Le scrivo perchè vorrei fare una domanda in merito all'orgasmo maschile. Io sto con un ragazzo da un anno, siamo molto innamorati e uniti, abbiamo progetti per un futuro insieme e siamo quella che si può definire una bella coppia, stiamo bene insieme e si vede, siamo molto complici. Il "problema" se vogliamo chiamarlo così viene a letto: lui non ha avuto mai molto interesse per le ragazze (30 anni) tanto che quando mi innamorai di lui avevo paura che fosse omosessuale perchè tutti mi dicevano che le donne non erano proprio il primo dei suoi pensieri, aveva altri interessi come viaggiare per il mondo con uno zaino in spalla e il pugilato. Aveva avuto qualche storiella, ma niente di serio e quasi tutte finite ancora prima di iniziare. Quando abbiamo iniziato ad uscire insieme mi è passata la paura dell'omosessualità perchè vidi che comunque il sesso gli interessava... solo che ha dei grossi problemi nel venire! Io non gli ho mai fatto capire il mio stupore perchè sicuramente farei peggio, ma pensavo fosse un problema prettamente femminile. Non ha problemi di erezione, solo che spessissimo (il 90% delle volte) non riesce a venire se non con la stimolazione orale da parte mia.. ma anche quello l'ho capito da sola, non è che lui mi abbia mai detto "guarda se fai così è meglio", perchè è un tipo abbastanza chiuso in queste cose. A volte a me piace scherzare sul sesso, lui sembra che sia in difficoltà quando scherzando dico "ora ti lego..." poi per lui non sembra essere così indispensabile, basta che sto bene io, poi lui è apposto, spesso non vuole neanche che faccia venire anche lui con la fellatio. Un giorno mi ha detto che quando è sotto allenemento pesante ha un calo fortissimo di testosterone (lui lo ha chiamato così, ora non so se biologicamente succede quello, ma si riferiva sicuramente al calo di desiderio). E' vero che lui si allena tutti giorni, e io so praticandolo a mia volta che gli allenementi di pugilato sono molto pesanti... ma possibile che basti questo per annullare così la voglia di sesso in un uomo? Ed è per quello che lui non riesce a venire? Ho fatto caso che quando si allena di meno ha più voglia e riesce a venire in più occasioni; ma se il problema fosse questo, come risolverlo? Ora è solo un anno che stiamo insieme, e se lui ha già poca voglia ora fra qualche anno come sarà? Per me non è fondamentale il sesso, ma non nego che per me sia importante, poi forse ora col fatto che lo facciamo poco ne ho ancora più voglia! Io lo amo, ma questo pensiero un pochino mi preoccupa. A parlarne con lui ho paura di fare peggio. Come posso fare? Grazie

Cara Valentina, è' pur vero che per chi frequenta sport a livello agonistico la sessualità risulta un piccolo problema, per me è un falso pregiudizio poichè sono stato e lo sono tuttora agonista. Per molti allenatori fare sesso prima di una gara è negativo per altri è positivo, come sempre necessita lasciare all'atleta la scelta per non creargli ulteriori tensioni quindi se il tuo uomo non vuol far sesso per mantenere la sua concentrazione può essere una scusa valida. Il probleme sopra esposto, mi pare più che si tratti di un eiaculazione ritardata il che significa che qualche problema esiste, non potendo fare una diagnosi precisa consiglio di consultare un sessuologo psicoterapeuta per capire da dove nasce questo disturbo sessuale, ripeto gli allenamenti e lo sport, per la mia conoscenza diretta non influiscono nella sessualità

(risponde Il dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 21/07/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni