Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (111537)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 22 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marianna 39

Io e il mio compagno stiamo insieme da 18 anni e abbiamo una differenza di età di 9 anni; ci lega una forte intesa emotiva e una buona intesa sessuale, ma ultimamente è sorto un problema per quanto concerne la frequenza dei rapporti. Dopo il parto, il mio compagno ha diradato la frequenza dei rapporti a una volta ogni 7 oppure 15 giorni, un pò perchè l'essere padre di una bella bambina lo ha profondamente appagato, un pò perchè ormai si avvicina ai 50 anni. Io sono sempre stata una donna sensuale e un pò trassgressiva e queste lunghe pause sessuali a volte mi pesano. Inoltre c'è un collega, sposato, che non fa altro che stuzzicarmi e corteggiarmi, io sono attratta da lui mentalmente e fisicamente e ho cercato di non cedere, ma ciò che mi spaventa è che so di non poter imbrigliare la mia sessualità per sempre. So anche di avere esattamente la famiglia che volevo e di stare con l'uomo che ho sempre amato e allora perchè questo bisogno di altre emozioni e di sentirmi donna? Premetto che so vivere un sesso fatto in quanto tale e scinderlo dall'amore, ma a che cosa può portare? E perchè ne sento l'esigenza? Grazie, Marianna.

Cara Marianna, se come dici tra voi è sempre esistita buona intesa sessuale ed emotiva il tuo impegno dovrebbe essere rivolto a riconquistare l'interesse di tuo marito. Il periodo che coincide con l'attesa e la nascita di un figlio è un periodo molto delicato per la coppia, da duo si appresta a diventare trio, questo comporta il completo stravolgimento degli assetti raggiunti. Fino a quando non si ritrova un nuovo assestamento ai partners può capitare di sentirsi soli, non capiti e soprattutto non desiderati sessualmente. Generalmente chi prende le distanze dal sesso è la donna che nell'attesa e nel post partum tende a sentirsi molto più mamma che amante, ci sono poi casi in cui è l'uomo che, o perché ha assistito al parto o perché tende a rivestire la sua donna di una nuova sacralità, tende ad evitare i rapporti sessuali. Qualuncque sia la causa del suo allontanamento, l'età non lo è di certo (almeno che non sia sofferente di patologie specifiche e/o faccia uso di farmaci particolari quali, ad esempio, antidepressivi o ipertensivi), devi farti riscoprire donna-amante, se lo conosci affondo saprai come muoverti. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 11/12/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il declino cognitivo lieve consi...

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

News Letters

0
condivisioni