Pubblicità

Sessualità (112142)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 24 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Manuel 23

Volevo sapere un vostro parere riguardo ad una questione che mi preoccupa da un pò di tempo e che mi porta ad informarmi per cercare di averne un'idea chiara, l'omosessualità. Ho letto di recente su internet di un professore, che è famoso per queste campagne ed ha scritto un libro; secondo lui l'omosessualità è una cosa indotta da diversi fattori che agiscono sulla nostra vita; e che la cosa è reversibile, cioè una persona può tornare ad essere eterosessuale, perchè quella è la condizione naturale. Non so se questa è la verità, ma nel mio caso sento di non essere omosessuale, ma di esserlo diventato piano piano e mi rendo conto che non è la mia condizione di vita. Aggiungo che non ho mai avuto rapporti nè con donne nè con uomini, per cui mi baso su "sensazioni" che i corpi mi danno. Inizialmente mi eccitavo alla vista di un corpo femminile e provavo interesse verso un corpo maschile.. adesso è tutto l'opposto. Per cui mi chiedo se è una situzione in cui sono scivolato piano piano senza rendermene conto. Vi ringrazio per l'attenzione e attendo una vostra risposta.

Caro Manuel io vorrei proprio sapere chi è quel professore che ha scritto una cosa del genere, perché ormai da anni si è scoperto che la normalità è un termine che può essere utilizzato solo in senso statistico maggioritario; infatti anche nel mondo animale è nota l’omosessualità e questa è tutt’altro che una condizione contro natura! Non si diventa omosessuali così come non si diventa eterosessuali… certo che la cultura ci invita ad essere etero, belli, prestanti, funzionali, veloci e così via ed a volte sarebbe meglio essere eterosessuali certo, perché omosessuale è brutto, è checca, è sporco, è malato di aids e tutti gli stereotipi omofobici che si sono creati intorno a delle persone che non hanno una sessualità di serie B, solo diversa e leggermente in minoranza rispetto agli altri. Si stima infatti che il 19% della popolazione sia omosessuale… sarebbe una cifra grossa se si trattasse di una “anormalità”, no? Tornando a te io credo che la confusione sia lecita, perché non hai avuto modo di sperimentare la tua sessualità; essere eterosessuali significa provare attrazione fisica e mentale, innamorarsi e dunque aver voglia di di avere contatti intimi con una persona del sesso opposto al nostro; omosessuali significa provare attrazione fisica e mentale, innamorarsi e dunque aver voglia di di avere contatti intimi con una persona del sesso uguale al nostro. Guardati bene dentro e non basarti solo sulla sensazione fisica che ti evoca un corpo nudo… puoi chiedere aiuto in un consultorio, in un distretto di psicologia pubblica o da un privato per compiere questo cammino e, vorrei dirti che qualunque cosa tu scoprirai di te stesso va benissimo, ma purtroppo se ti renderai conto di essere omosessuale la vita sarà più dura, perché molti non capiranno. Ti assicuro però che chi ti ama incondizionatamente continuerà a farlo perché l’orientamento sessuale non è una scelta personale, né una malattia ereditaria: etero non è bello, è solo una delle possibilità di esprimere se stessi e le proprie preferenze.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 02/01/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Le parole della Psicologia

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

News Letters

0
condivisioni