Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (113728)

on . Postato in Sessualità | Letto 10 volte

Andrea 24

Gentile esperto, vorrei chiederle un parere circa la mia situazione. Il mio problema è presto detto, cioè io ho un rifiuto totale del sesso che mi provoca un senso di angoscia tremendo. E' proprio che non ci riesco, è più forte di me, e non mi riferisco solo al mio corpo totalmente assente, ma al fatto che le volte in cui mi sono trovato nella condizione di avere un rapporto sessuale sono stato attanagliato da un senso di angoscia terribile e da un profondo malessere. Onestamente non so dirle se in questo possa avere influito un piccolo disastro adolescenziale, cioè il fatto che io mi sono sviluppato veramente molto tardi e per questo venivo spesso disprezzato dai miei coetanei e qualche volta deriso con finta bonarietà anche da persone adulte, e di conseguenza mi disprezzavo profondamente io stesso, oppure se c'entrino input educativi derivati dai miei rapporti familiari. Lei cosa ne pensa? Preciso anche che su questa difficoltà si è arenata qualunque prospettiva relazionale e che per me non è mai esistito un rapporto affettivo senza il sesso, ma sempre e comunque una mancanza di sesso che ha pregiudicato qualunque altro sentimento positivo io potessi avere per una ragazza. Per questo ho lasciato andar via anche una persona a cui tenevo e per questo mi sono detestato e l'ho rimpianta. Fino a qualche tempo fa non mi ponevo molto il problema perché avevo molti interessi con cui compensavo abbastanza bene questo disagio e comunque non mi ero mai trovato in condizione di avere una ragazza, perché non la cercavo né venivo cercato. Ma oggi in seguito a queste esperienze angosciose sono sempre più facilmente depresso e nel complesso si può dire che mi sto proprio lasciando andare. In più mi sento molto in colpa verso i miei genitori, perché loro si sono accorti dal mio comportamento e dal mio umor nero che qualcosa non va e se ne sono fatti un problema, mentre io non so dove mettere le mani se non ritorcendo contro me stesso qualunque accusa e sputandomi in faccia allo specchio. La ringrazio se potrà darmi qualche indicazione utile, perché onestamente non me la sento di condividere i pareri dei miei amici che mi parlano, a battute, soltanto di prostitute e di problemi dimensionali. Grazie.

Caro Andrea, la sede più opportuna per affrontare le tue problematiche è il setting terapeutico. Per poter capire le cause che ti hanno portato a vivere l'atto sessuale con angoscia è importante fare un lavoro sui tuoi costrutti cognitivi rispetto la sessualità, questo è possibile farlo intraprendendo una psicoterapia con un sessuologo preferibilmente d'impostazione cognitivista. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 16/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità...

Afasia

L’afasia è un disturbo della formulazione e della comprensione di messaggi linguistici, che consegue a lesioni focali cerebrali, in persone che avevano in pre...

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

News Letters