Pubblicità

Sessualità (114411)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 38 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vittoria 39

Salve, vorrei illustrare una situazione che mi sta preoccupando seriamente a pochi mesi dalle nozze. Io ho 39 anni, il mio fidanzato ne ha 34 anni e stiamo insieme da un anno. Lui sollecita con molta insistenza il nostro matrimonio che dovrebbe essere celebrato a maggio, nonostante non pochi problemi personali, a mio avviso. Il punto è questo: facciamo poco l'amore, questo da sempre, anche se all'inizio i nostri rapporti erano più frequenti. Per poco intendo una volta ogni 10/15 giorni. Parallelamente ho "scoperto", ma ne abbiamo parlato assieme, che lui ama visionare film pornografici o siti erotici praticando spesso l'autoerotismo. Ho visto che ha consultato perfino siti di escort e prostitute, anche se non so se le ha mai frequentate. Mi ha anche confidato che in passato ha trascorso un'intero anno a visionare "intensamente" pornografia, subito dopo una delusione amorosa. Lui dice che è normale e che la maggior parte degli uomini lo fa. Quello che io sento, però, è che non è affatto attratto da me ed evita i rapporti nonostante sia affettuoso e credo che mi ami. Mi provoca spesso facendo apprezzamenti, in mia presenza, su donne o attrici che vede su riviste o incontra. Io ovviamente sto mettendo in discussione me stessa, ho paura di non piacergli, vista la differenza di età ed ho paura che la sua insistenza nel volermi sposare, nell'aver voluto ufficializzare la nostra relazione con i suoi ed i miei genitori, sia legata all'esigenza di sembrare, termine che odio ma in questo caso è giusto, "normale". Sessualmente dice di avere qualche carenza a causa di una prostatite che lo sta perseguitando da un anno circa e nei miei confronti, le poche volte che facciamo l'amore ha un atteggiamento passivo. Aiutatemi, cosa devo pensare? Cosa c'è che non va?

Ciao Vittoria, una domanda che mi viene spontaneo farti è "Lui ti sposa per sembrare "normale", e tu, con tutti i tuoi dubbi perchè lo sposi? La convivenza, il matrimonio non sono delle prove facili da superare, per lo meno al momento della decisione bisognerebbe essere convinti. Per parlare del tuo fidanzato, posso dirti che quasi tutti gli uomini hanno un autoerotismo piuttosto attivo, alcuni poi appagano la loro sessualità quasi interamente in questo modo, per motivi collegati alla loro fisiologia e, a volte, perchè più semplice del confronto diretto con una donna. Potreste provare a parlarne con un sessuologo che segue la coppia, ma in primis gli consiglierei la visita da un andrologo che l'aiuti con delle cure specifiche a risolvere l'infiammazione alla prostata. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maristella Copia)

Pubblicato in data 08/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

News Letters

0
condivisioni