Pubblicità

Sessualità (114411)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 52 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Vittoria 39

Salve, vorrei illustrare una situazione che mi sta preoccupando seriamente a pochi mesi dalle nozze. Io ho 39 anni, il mio fidanzato ne ha 34 anni e stiamo insieme da un anno. Lui sollecita con molta insistenza il nostro matrimonio che dovrebbe essere celebrato a maggio, nonostante non pochi problemi personali, a mio avviso. Il punto è questo: facciamo poco l'amore, questo da sempre, anche se all'inizio i nostri rapporti erano più frequenti. Per poco intendo una volta ogni 10/15 giorni. Parallelamente ho "scoperto", ma ne abbiamo parlato assieme, che lui ama visionare film pornografici o siti erotici praticando spesso l'autoerotismo. Ho visto che ha consultato perfino siti di escort e prostitute, anche se non so se le ha mai frequentate. Mi ha anche confidato che in passato ha trascorso un'intero anno a visionare "intensamente" pornografia, subito dopo una delusione amorosa. Lui dice che è normale e che la maggior parte degli uomini lo fa. Quello che io sento, però, è che non è affatto attratto da me ed evita i rapporti nonostante sia affettuoso e credo che mi ami. Mi provoca spesso facendo apprezzamenti, in mia presenza, su donne o attrici che vede su riviste o incontra. Io ovviamente sto mettendo in discussione me stessa, ho paura di non piacergli, vista la differenza di età ed ho paura che la sua insistenza nel volermi sposare, nell'aver voluto ufficializzare la nostra relazione con i suoi ed i miei genitori, sia legata all'esigenza di sembrare, termine che odio ma in questo caso è giusto, "normale". Sessualmente dice di avere qualche carenza a causa di una prostatite che lo sta perseguitando da un anno circa e nei miei confronti, le poche volte che facciamo l'amore ha un atteggiamento passivo. Aiutatemi, cosa devo pensare? Cosa c'è che non va?

Ciao Vittoria, una domanda che mi viene spontaneo farti è "Lui ti sposa per sembrare "normale", e tu, con tutti i tuoi dubbi perchè lo sposi? La convivenza, il matrimonio non sono delle prove facili da superare, per lo meno al momento della decisione bisognerebbe essere convinti. Per parlare del tuo fidanzato, posso dirti che quasi tutti gli uomini hanno un autoerotismo piuttosto attivo, alcuni poi appagano la loro sessualità quasi interamente in questo modo, per motivi collegati alla loro fisiologia e, a volte, perchè più semplice del confronto diretto con una donna. Potreste provare a parlarne con un sessuologo che segue la coppia, ma in primis gli consiglierei la visita da un andrologo che l'aiuti con delle cure specifiche a risolvere l'infiammazione alla prostata. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maristella Copia)

Pubblicato in data 08/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni