Pubblicità

Sessualità (115329)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 45 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Laura 26

Cercherò di essere breve, ma di esporre il problema nel miglior modo possibile. Convivo da circa un anno con un uomo molto più grande di me. Ci vogliamo molto bene, e abbiamo molte affinità, ma da circa 9 mesi non abbiamo più rapporti sessuali. La decisone di andare a vivere insieme è stata molto sofferta da parte sua per il discorso figli: io li voglio, lui no; in più è da qualche anno che soffre di una leggera depressione, non prende nulla e non ha nessuna intenzione di andare da uno psicologo. Ne abbiamo parlato fino alla nausea, il dialogo non ci manca, abbiamo analizzato in tutti gli aspetti il nostro rapporto, ma la situazione non cambia, lui sostiene che ha perso completemente l'attrazione fisica per me, e questo lo ha portato a chiudere il discorso sesso a 360°, non trova nulla che lo ecciti, non pratica più la masturbazione. Ora è possibile che l'attrazione fisica scompaia totalmente dopo qualche anno? Può essere che la paura di avere figli associata alla depressione abbiano causato il problema ? Prima di me ha avuto storie importanti finite proprio per il problema figli. Sono la prima con cui è andato a convivere. Grazie per l'attenzione.

Cara Laura, mi stupisce che sia lei a scrivere; mi rendo conto che la situazione che sta vivendo le arrechi molta sofferenza, ma da quanto mi scrive, il problema non è suo. È evidentemente il suo compagno ad avere un problema. In genere l’attrazione fisica, se opportunamente alimentata, può durare tutta la vita; piuttosto penso che possa essere la depressione ciò che impedisce al suo compagno di provare attrazione. Spero mi scuserà per la franchezza, ma trovo molto egoistico l’atteggiamento del suo compagno: è depresso, e rifiuta a priori qualunque tipo di aiuto (non sono necessari i farmaci, il più delle volte una psicoterapia da sola è più che sufficiente), in più le dice di non essere più attratto da lei e chiude completamente ogni discorso sul sesso. Credo che debba proprio farsi aiutare, e credo anche che lei abbia il diritto di chiedersi per quale motivo resti in una situazione così dolorosa, e “pretendere” di non essere costretta a restarvi. Molti auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

 

Pubblicato in data 29/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

News Letters

0
condivisioni