Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (117282)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 34 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Paolo 55

Salve, e' da tempo che voglio fare questa domanda: come mai un uomo desidera vedere la propria donna con altri uomini? Premetto che sono sposato da 33 anni con due figli, M.e F. Il maschio convive e la figlia e' ancora con noi. Sono innamoratissimo di mia moglie, ci vogliamo bene, il rapporto di coppia va bene, però c'è questa particolarità. Quando mia moglie gioca con altri uomini, mi piace guardare e mi eccito in un modo straordinario, magari masturbandomi, restando attento a non raggiungere l'orgasmo altrimenti poi mi da fastidio e vorrei finisse tutto subito. Ho provato a rispondermi pensando che sia frutto del mio egoismo, della mia eccitazione, ma non so capire bene. Vorrei vivere una vita di coppia "normale" ma e' piu' forte di me. E' da anni che frequentiamo dei club privè per cercare singoli che giochino con mia moglie, lei è d'accordo, però farebbe anche a meno, lo fa per me. Sono giunto al punto di non fare l'amore a casa ed aspettare magari il fine settimana per incontrare qualche singolo, così penso che lei sia più eccitata per giocare con lui. Un' altra cosa: mi piace molto che si vesta in modo appariscente con autoreggenti mini ecc, per questo le ho sempre comperato cose sexi. Sarei grato se poteste darmi una risposta, visto che e' la prima volta che ne parlo. Vorrei averlo già fatto perchè a questo punto, o mi considero un maniaco sessuale o un malato sessuale ditemi voi, grazie.

Caro Paolo, ciò che stai descrivendo non è una novità poichè i club privè sono sempre esistiti e sempre esisteranno, quindi da un punto di vista di coppia se si accetta ambedue di frequentarli, senza che qualcuno si senta sacrificato per il piacere dell'altro, si può benissimo continuare ad esercitare questo tipo di sessualità. Da un punto di vista sessuologico questa pratica sessuale è una parafilia, non altrimenti specificata che si chiama Triolismo o Troiolismo con tendenze di voyerismo. Siamo sicuri che fra voi ci sia rispetto e affetto o è un appoggiarsi vicendevolmente? Per risolvere il quesito che viene richiesto è necessario sottoporsi ad una psicoterapia, inizialmente di coppia per sapere se realmente ambedue siete convinti di ciò che esercitate e successivamente individuale, per avere conoscenza della vostra attrazione sessuale, credo che rivolgersi ad uno psicologo, psicoterapeuta sia la cosa migliore. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 24/04/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

News Letters

0
condivisioni