Pubblicità

Sessualità (122310)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giuliana 36

Gentile psicologo, mi chiamo Giuliana, ho 36 anni, da 2 anni sono single, come si usa dire oggi. Sono libera, quindi non dovrei avere troppe remore nel cercare un po' di soddisfazione fisica: l'occasione c'è stata, ho fatto sesso con un "amico", mi è piaciuto, ma nonostante lui abbia cercato altri approcci, io mi sento da un lato attratta dalla situazione, dall'altro poiché non è uno sconosciuto ho sensi di colpa verso me stessa. Ne ho parlato con un'amica, mi ha sconsigliato di continuare se lui non ha intenzioni serie; io al momento, non cerco storie fisse e vorrei riuscire a lasciarmi andare. Credo di temere il giudizio altrui, in questo caso dell'amica e, comunque, mi dico se sia il caso di fare ciò che desidero senza raccontare nulla a nessuno. Perfavore, ho bisogno di un consiglio, perciò mi rivolgo a voi. Spero, vivamente, in una risposta! Grazie in anticipo. Giuliana.

 Cara Giuliana, alle soglie del 2009, dopo che è stata ottenuta la par condicio, credo che questa domanda sia da archiviare poichè non vedo nessuna colpa nel far sesso con un amico. E' vero che viviamo in un paese che si dichiara emancipato, ma quando tocchiamo certi tasti siamo nel medioevo, sarebbe un problema se questa relazione andasse ad incidere sul coinvolgimento di altre famiglie, ma essendo single non dobbiamo rendere conto a nessuno. Consiglio: meno se ne parla con le amiche dei propri problemi e meglio è, poichè i loro giudizi sono sempre inquinati; se vuoi essere più serena nei comportamenti e avere un riscontro per i tuoi sensi di colpa, rivolgiti ad uno psicoterapeuta, che saprà aiutarti meglio di un amica. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 22/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

News Letters

0
condivisioni