Pubblicità

Sessualità (122692)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 42 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Enza 28

Buongiorno, la mia situazione non è delle migliori anche se so che c'è di peggio. In quest'anno e mezzo ho perso mio nonno, mio padre (non lo amavo più ma ho pianto anche per lui) e due mie prozie. Nessun ambito lavorativo, mi devo abilitare e ancora non lavoro con la scusa che devo studiare. Un anno e mezzo fa mi sono trasferita nella città dove il mio compagno ha trovato lavoro. Da poco abbiamo dovuto superare un momento difficile relativo alla possibilità di dimettersi a causa delle continue pressioni e cattivo comportamento del suo capo. Siamo lontani da tutti i nostri amici (che riusciamo a vedere si e no 2 volte l'anno) e le uniche persone che conosciamo e frequentiamo sono i miei cognati, della cui così stretta vicinanza farei a meno, perchè sono fonte ineusauribile di idee per me inutili e non fattibili e in cui cercano di coinvolgere noi e i miei suoceri. Per quanto riguarda me e il mio compagno stiamo assieme da 8 anni e mezzo e non lo cambierei per nessun altro, ma non riesco ad avere più rapporti sessuali con lui: nell'ultimo anno e mezzo saremo stati assieme neanche una dozzina di volte e la frequenza diminuisce col passare del tempo. Il fatto è che proprio non riesco ad avere alcuna eccitazione in generale, neanche sogni erotici. Mi sento spenta da questo punto di vista. Mi comincio a preoccupare e mi dispiace per il mio compagno. Spero di non essere stata troppo prolissa. Grazie.

 Cara Enza, durante i periodi di lutto o comunque di stress è abbastanza comune perdere parte del desiderio sessuale e questo potrebbe quindi dipendere dalle diverse contingenze di cui hai parlato nella tua lettera. In caso di mancanza di eccitazione si fa un lavoro che coinvolga tutti i sensi ed entrambi i partner. Non sono molto per il lavoro autogestito, ma potete provare a fare dei giochi erotici, nel consenso di entrambi è naturale, guardare dei film, cimentarvi a cucinare pietanze "afrodisiache"; tutto questo in ogni caso non fa male e potrebbe riavvicinarvi anche soltanto come coppia, affrontando così con una rinnovata serenità la vostra vita comune che purtroppo è stata minata su molti fronti. Prendetevi un po' di tempo, parlatene, non ne farei una questione grave visto quello che state passando. Se il problema però persiste e questi accorgimenti non servono può diventare un'eventualità una terapia sessuale.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 23/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

News Letters

0
condivisioni