Pubblicità

Sessualità (128080)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 41 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Paola 25

Salve a tutta l'equipe di esperti di psiconline. Sono un assidua lettrice del vostro sito e quindi mi rivolgo a voi persone competenti.

Personalmente sono una ragazza molto chiusa e dall'infanzia fino ad oggi non ho mai avuto amici se non conoscenze molto superficiali. La mia vita affettiva e sessuale è inesistente, non sono mai stata fidanzata e sono ancora vergine; paradossalmente sono abbastanza carina e i corteggiatori non mi mancano solo che purtroppo chi mi corteggia a me non piace.

Ovviamente essendo per mia natura molto insicura mi paragono spesso alle altre ragazze della mia età, le quali a differenza di me hanno il ragazzo e vivono una intensa vita sessuale e tra di loro si raccontano come è andata l'ultima visita dal ginecologo. Quando ascolto queste confidenze mi sento inadeguata come un pesce fuor d'acqua! Avverto la sensazione di non sentirmi abbastanza donna in quanto non conosco il sesso e le sedute dal ginecologo.

Per rimediare a questa mia inadeguatezza la mia arma è diventata la polemica contro la sessualità, questo aspetto della vita a me sconosciuto, quindi giudico male tutte le donne e se capita non mi tiro indietro a sparlare male di altre ragazze; in più mi ritengo migliore delle altre perchè ho custodito la verginità, mentre delle altre donne ho la considerazione che sono sporche, oche e che passano la loro vita dal ginecologo. Secondo voi perchè la mia mente pensa queste cose e la mia coscienza nutre odio verso il mio stesso sesso? Grazie per l'attenzione.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 

Cara Paola dal racconto si evince la totale mancanza di educazione sessuale, non tanto per i rapporti che si possono avere con il proprio patner, ma come cura e osservanza del proprio corpo.

Non è che si debba perdere la verginità tanto per farlo, ma deve essere donata alla persona amata, per entrare in simbiosi e complicità con il proprio ragazzo. La non frequentazione del ginecologo non è consigliabile anche perchè a 25 anni perlomeno un consulto lo dovresti fare non solo per la sessualità, ma per la salute che è il dono più grande che una persona possiede.

E' chiara la tua intolleranza verso le amiche che parlano di sessualità. La tua età è giusta per avere rapporti in coppia stabile. Come consiglio per i tuoi dubbi ti invito ad iniziare una psicoterapia psicodinamica per capire e riflettere sul perchè di questo rifiuto o non accettazione del tuo corpo e di conseguenza della sessualità.

Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 14/11/08

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

Tags: sessualità

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

News Letters

0
condivisioni