Pubblicità

Sessualità (132458)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 32 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara 30

Salve, vi sottopongo, sperando in una vostra risposta, in un problema che da qualche tempo mi affligge. Sto col mio ragazzo da 2 anni e mezzo, viviamo insieme e abbiamo in progetto di sposarci nel 2010 e posso dire che finora abbiamo avuto un rapporto molto bello, fatto di confidenza, comprensione e attrazione. Lui mi ha sempre dimostrato il suo amore facendomi sentire speciale e desiderata. Il problema è che recentemente, utilizzando il suo computer, ho scoperto che chattava su internet con altre ragazze. Le chat erano a contenuto sessuale. So per certo che ha anche incontrato qualcuna di queste ragazze, anche se lui ha sempre negato, ammettendo un unico incontro con una ragazza durante il quale, a suo dire, non sarebbe successo nulla. Già il fatto che l'avesse fatto di nascosto per me è molto grave, comunque ne abbiamo parlato e, dopo avermi promesso che non avrebbe rifatto nulla del genere, ho deciso di perdonarlo e andare avanti con lui perchè lo amo, pur ribadendo che per me la fedeltà è una condizione necessaria dello stare insieme. In seguito ho poi scoperto che il mio ragazzo ha avuto esperienze anche con uomini e che è bisessuale. La scoperta mi ha scioccata, ma è avvenuta dopo il chiarimento che avevamo avuto e ho deciso di non dirgli nulla perché mi sono fidata della sua promessa di fedeltà nei miei confronti. In questi giorni però ho scoperto che si è iscritto a una comunità virtuale per gay, pubblicando un annuncio per "conoscere" altri ragazzi bisex. Mi è crollato il mondo addosso! Ancora non ho affrontato la cosa con lui e onestamente non so come farlo. Lui non sa che ho scoperto tutto questo. Se fosse una cosa riguardante il passato la supererei. Passato lo shock iniziale, non mi scandalizzo per il fatto che abbia avuto rapporti con uomini prima di stare con me, ma non posso sopportare che mi tradisca mentre stiamo insieme (che sia con uomini o con donne non cambia nulla). Vorrei sapere: perché si è bisessuali? E' solo trasgressione? C'è la possibilità che questa situazione cessi per una sua scelta o restando con lui devo aspettarmi una vita di tradimenti perché la sua identità sessuale gli "impone" la necessità di rapporti anche con il suo stesso sesso? Vi ringrazio per l'aiuto e i consigli che potrete darmi perché questa situazione mi sta creando forti attacchi d'ansia e la notte non ci dormo.

Cara Sara, la storia raccontata lascia molti lati oscuri che solo il ragazzo può chiarire poichè il suo orientamento sessuale non è ben chiaro e la ricerca continua di trasgressioni lascia presupporre una difficoltà psicologica. Credo che sia importante relazionare su ciò che hai scoperto, poi sta a te decidere se stare insieme o continuare con il tacito assenso che lui ha frequentao e può frequentare ancora uomini e donne. Nella mia esperienza di terapeuta queste coppie non hanno avuto futuro quindi lascio a te la decisione, s epoi consultate uno psicologo psicoterapeuta sessuologo può meglio chiarire quali sono le vostre possibilità di rimanere insieme sia nella fedeltà sia nella sessualità. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli )

Pubblicato in data 24/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotat...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

News Letters

0
condivisioni