Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (149064)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Carlotta, 35

 

Salve, il mio problema è un po' complesso forse. Io ho 35 anni e tra fidanzamento e matrimonio sto da 12 anni con lo stesso uomo che per giunta è molto più grande di me. E' stato l'unico uomo della mia vita, prima di lui non ho avuto nessun altro e la mia verginità l'ho persa con lui.
Sono innamorata di lui e non riesco ad immaginarmi con nessun altro ma c'è un problema che non riesco ad affrontare con lui. In apparenza sembriamo una coppia felice ma il punto è che faccio sesso con lui da 12 anni e non ho mai avuto un orgasmo, non con lui almeno. Non sono anormale, voglio dire, con l'autoerotismo riesco a darmi piacere è solo che mio marito non mi sa toccare. Credetemi, la nostra vita sessuale in teoria è perfetta, cioè, lui mi desidera molto e anch'io sono molto attratta da lui, insomma, lo desidero anch'io. E' solo che al dunque, io non provo nulla. I primi tempi mi dicevo "è colpa mia, sono inesperta, non abbiamo ancora raggiunto la giusta intesa." Quando lo vedo accanto a me, felice e soddisfatto, mi sento felice anch'io ed è come se il suo piacere fosse il mio ma capisco che così non è giusto. Insomma, io adesso mi sento scoppiare e ho paura di tradirlo per vedere se un altro uomo saprebbe soddisfarmi (e assicuro che sono abbastanza corteggiata, di occasioni ne avrei). Ho l'impressione di non aver mai ascoltato il mio corpo e ora sta urlando. Mi sento come un pianoforte suonato male. Quando faccio l'amore con mio marito a volte mi annoio, e l'ultima volta dentro di me pensavo "ecco, adesso mi toccherà così e così" e non mi ero sbagliata. E' frustrante tutto ciò. Ho anche provato a toccarlo come vorrei che lui toccasse me ma non capisce. Come faccio a dirgli: "amore mio, tu non mi sai toccare?" Lui è l'uomo della mia vita.

 

  Cara Carlotta, dal racconto si evince che il disturbo da diagnosticare è di anorgasmia. Dalla descrizione che fai si intuisce che fra te e il marito non c'è complicità nè confidenza in special modo durante i rapporti poichè dichiari di aver desiderio di dire tante cose riferite ai bisogni del momento e non riesci ad enunciare.Prima di approdare ad un rapporto extraconiugale per il quale definisci inaccettabile poichè sei innamorata di tuo marito ti consiglio di far presente al partner delle tue perplessità e che la sessualità è composta da tanti giochi erotici. Se il partner è consenziente ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta sessuologo che proporrà alla coppia degli esercizi propio per trovare quella sintonia con i corpi di ambedue. La confidenza sta anche nell'indicare quali parti del corpo eccitano di più e ciò che si desidera il momento, la fantasie erotica è necessaria durante la sessualità.
Auguri.

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 23/01/2012
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

matrimonio, figli, amante (151…

tosca, 35     Sono una donna sposata da solo un anno, ma la relazione dura da circa 10 anni. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

News Letters