Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

sessualità (42441)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 163 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima, 37anni (28.8.2001)

SONO UNA DONNA MATURA CHE LAVORA,SPOSATA CON UNA FIGLIA DI 11 ANNI. SONO ORMAI 5 ANNI CHE HO UNA RELAZIONE CON UN'ALTRO UOMO MOLTO DIVERSO DA MIO MARITO SIA PER ESTRAZIONE SOCIALE SIA PER MODO DI VEDERE LA VITA E METTERSI IN RELAZIONE CON ESSA. PENSO CHE SE NON AVESSI AVUTO LUI SAREI IMPAZZITA DI NOIA E DI SOLITUDINE, PRIMA DI INCONTRARLO...PENSAVO CHE IL MONDO DEGLI UOMINI FOSSE GRETTO, BRUTTO, MASCHILISTA EGOISTA ECC..CON LUI HO SCOPERTO UN MONDO MERAVIGLIOSO, PIENO DI COSE NUOVE E SENZAZIONI BELLISSIME ANCHE DAL PUNTO DI VISTA SESSUALE.
MA TUTTO CIO NON MI HA IMPEDITO DI TRADIRLO CON UN RAGAZZO PIU' GIOVANE DI ME DI 10 ANNI. ALL'INIZIO MI GRATIFICAVA PERCHE' PIACEVO A QUALCUNO PIU' GIOVANE DI ME, NON ERA AMORE IL MIO VERSO DI LUI,NEMMENO STIMA FORSE PERCHE' LUI ASSOMIGLIA IN PARTE A MIO MARITO NEL MODO DI PENSARE E DI COMPORTARSI ,ERA SOLO CURIOSITA', MA QUESTA CURIOSITA' L'HO PAGATA CARA PERCHE' LUI MI HA SCARICATO SUBITO DOPO UNA NOTTE BELLISSIMA DI SESSO E DI COMPLICITA', NON RIUSCIVO A CAPIRE, MI SENTIVO DISORIENTATA, NON SAPEVO PIU' COSA VOLEVO, O FORSE AVEVO LE IDEE PIU' CONFUSE CHE MAI, ERA IL MIO ORGOGLIO CHE SOFFRIVA NON IL MIO CUORE.
ANCHE LA STORIA CON IL MIO UOMO(NON MIO MARITO) NE SOFFRIVA,VOLEVO ANCORA CONTINUARE QUESTA RELAZIONE?SE IO RISPETTAVO TUTTO IN LUI E LO AMAVO PERCHE' L'AVEVO TRADITO? PERCHE' CONTINUAVO A PENSARE AL RAGAZZO GIOVANE E AVEVO UNA VOGLIA INCREDIBILE DI RIVEDERLO ANCHE SE MI AVEVA TRATTATO MALISSIMO?IL TEMPO A POI CANCELLATO I BRUTTI RICORDI, HO CONTINUATO LA MIA RELAZIOE CON IL MIO UOMO E SO' CHE LUI E LUI SOLTANTO E' IL MIO PUNTO FERMO, IL PUNTO DI RIFERIMENTO CHE HO SEMPRE CERCATO NELLE RELAZIONI QUOTIDIANE CON LA GENTE, SONO COSCENTE DEL FATTO CHE NON POTREMMO STARE MAI INSIEME VISTO CHE SIA IO CHE LUI SIAMO SPOSATI E PENSO ANCHE CHE LA RELAZIONE DURI COSI' DA TANTO TEMPO PROPRIO IN VIRTU' DEL FATTO CHE NON C'E' LA QUOTIDIANITA', C'E' ANCORA LA PASSIONE FORTE VIOLENTA ED OGNI VOLTA CHE CI INCONTRIAMO E' COME LA PRIMA VOLTA.
IL RAGAZZO GIOVANE E' RICOMPARSO, MI TELEFONA MI PARLA, RIDIAMO PER TELEFONO,ALLA FINE L'HO VOLUTO RIVEDERE, E' SUCCESSO DI NUOVO, ABIAMO FATTO SESSO, ED IO......ANCORA COME ALLORA SONO CONFUSA, MI SENTO UNA MERDA, NEI CONFRONTI DEL MIO UOMO E ANCORA DI PIU' DI MIO MARITO, VISTO CHE NON L'HO TRADITO PER AMORE CHE PER ME E' UNA GIUSTIFICAZIOE, MA PER????? PER??SESSO? AMORE? PASSIONE? NON LO SO. MI SENTO UNA PUTTANA E COME SENSAZIONE NON E' AFATO PIACEVOLE.
CHE FINE FARO'? PERCHE' SONO COSI' STUPIDA PERCHE' NON RIESCO A DIRE NO NO NO NO NO NO .
SONO DEBOLE, FRAGILE, AIUTO AIUTO

Se quella che cerca è un'assoluzione, quello che le serve è un prete. Ma penso che per capire cosa le sta succedendo le servirebbe qualche colloquio con uno psicologo, cioè con un professionista che non la giudichi e l'aiuti a non giudicarsi ma a capire i motivi profondi della sua insoddisfazione.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Elaborazione del lutto (152630…

paola, 50     Buongiorno, scrivo per ricevere un buon consiglio riguardo una situazione delicata. Il fidanzato di mia figlia frequenta l'universi...

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Attaccamento

“Ogni individuo costruisce modelli operativi del mondo e di se stesso in esso, con l’aiuto dei quali percepisce gli avvenimenti, prevede il futuro e costruisce ...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters

0
condivisioni