Pubblicità

sessualità (46070)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 267 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lino, 18anni (3.12.2001)

E' la prima volta che scrivo ad un esperto e mi sento un pò strano ma non sò come fare. Praticamente ho questo problema, io e la mia ragazza vorremo tantissimo farlo ma purtroppo non riusciamo mai a stare soli e quando lo siamo cè sempre poi qualkuno che ci interrompe all'improvviso.Ho notato questo che quando siamo in compagnia mi eccito tantissimo quando stiamo vicini e ci tocchiamo " furtivamente " per non farci vedere dagli altri e ad esempio ci è capitato 2-3 volte di stare a casa con degli amici e dopo esserci spostati in un altra stanza abbiamo dato sfogo in parte ai nostri desideri. La cosa che ho notato è che poi quando stiamo soli ci metto più tempo ad avere un erezione. Non sò se il fatto di farlo mi spaventa o meno. Perkè quando stiamo in compagnia mi eccito abbastanza perkè ci baciamo e contemporaneamente lei mi tocca e io faccio lo stesso con lei mentre quando siamo soli questo non avviene sempre e quindi mi sento in imbarazzo perkè ho paura e mi sentirei molto in imbarazzo se lei mi sbottonasse i pantaloni e vedesse che non ho ankora avuto un erezione. é normale che mentre le faccio i preliminari se così li vogliamo chiamare io non riesco ad eccitarmi abbastanza?? oppure ho qualke problema? vorrei sapere solo questo. Vi ringrazio per la vostra attenzione e vi saluto.

Caro Lino, non credo xche tutti noi siamo tenuti a reagire allo stesso modo alle stimolazioni, non mi sembra che nel tuo caso ci osno difficoltà nell'erezione, è chiaro che nell'attività sessuale, la componente trasgressiva e la privazione giocano un ruolo importante nell'eccitazione, quando non ci sarebero le condizioni adatte, paradossalmente ci sentiamo più pronti e predisposti, viceversa quando tutto è dato per scontato. non credo sia il caso di allarmarsi.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Area Professionale

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Articolo 24 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.24 (Consenso Informato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

Articolo 23 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it prosegue, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'art.23 (compenso professionale) il commento settimanale che spiega ed ap...

Le parole della Psicologia

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni