Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

sessualità (46070)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 197 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lino, 18anni (3.12.2001)

E' la prima volta che scrivo ad un esperto e mi sento un pò strano ma non sò come fare. Praticamente ho questo problema, io e la mia ragazza vorremo tantissimo farlo ma purtroppo non riusciamo mai a stare soli e quando lo siamo cè sempre poi qualkuno che ci interrompe all'improvviso.Ho notato questo che quando siamo in compagnia mi eccito tantissimo quando stiamo vicini e ci tocchiamo " furtivamente " per non farci vedere dagli altri e ad esempio ci è capitato 2-3 volte di stare a casa con degli amici e dopo esserci spostati in un altra stanza abbiamo dato sfogo in parte ai nostri desideri. La cosa che ho notato è che poi quando stiamo soli ci metto più tempo ad avere un erezione. Non sò se il fatto di farlo mi spaventa o meno. Perkè quando stiamo in compagnia mi eccito abbastanza perkè ci baciamo e contemporaneamente lei mi tocca e io faccio lo stesso con lei mentre quando siamo soli questo non avviene sempre e quindi mi sento in imbarazzo perkè ho paura e mi sentirei molto in imbarazzo se lei mi sbottonasse i pantaloni e vedesse che non ho ankora avuto un erezione. é normale che mentre le faccio i preliminari se così li vogliamo chiamare io non riesco ad eccitarmi abbastanza?? oppure ho qualke problema? vorrei sapere solo questo. Vi ringrazio per la vostra attenzione e vi saluto.

Caro Lino, non credo xche tutti noi siamo tenuti a reagire allo stesso modo alle stimolazioni, non mi sembra che nel tuo caso ci osno difficoltà nell'erezione, è chiaro che nell'attività sessuale, la componente trasgressiva e la privazione giocano un ruolo importante nell'eccitazione, quando non ci sarebero le condizioni adatte, paradossalmente ci sentiamo più pronti e predisposti, viceversa quando tutto è dato per scontato. non credo sia il caso di allarmarsi.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Negazione

La negazione è un meccanismo di difesa. Fu descritto per la prima volta nel 1895 da Sigmund Freud nei suoi Studi sull’isteria. ...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

News Letters

0
condivisioni