Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

sessualità (46425)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 224 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Caterina, 38anni (13.12.2001)

Sono sposata da sette anni, dopo un fidanzamento durato undici anni. In tutto questo tempo mio marito non ha mai provato una vera attrazione per il mio corpo,considerato un semplice ornamento di quello che per lui è il vero oggetto sessuale: i piedi. Per lui la sessualità inizia e finisce lì; quando, molto raramente e per dovere, si ricorda che su quei piedi c'è una persona e facciamo l'amore in maniera "normale",la cosa si risolve in uno squallido rituale.Lascio immaginare il mio perenne senso di insoddisfazione e la frustazione che pervade la mia femminilità, ma non è per me che scrivo.Vorrei sapere cosa veramente potrebbe aiutare mio marito che, secondo me, conseguentemente ai suoi problemi di natura sessuale,nonostante le sue qualità intellettive,non è riusciuto ad esprimersi nè nel contesto familiare(il nostro matrimonio è agli sgoccioli), nè in un contesto lavorativo (praticamente non ha un vero lavoro). Lui ha la mia età e posso assicurare che sostanzialmente sta buttando via la sua vita.

E' difficile dare interpretazioni sui comportamenti di una persona, quando questi sono riferiti da un altra. Non so dunque dirle se possa esistere una connessione fra la perversione di suo marito e le sue difficoltà lavorative e familiari: l'unico suggerimento che mi sento di darle è quello di ripartire da sè stessa, cercando di capire come si sente dopo anni di sessualità frustrata e se questo matrimonio ha ancora un significativo affettivo per lei. Qualche colloquio con un psicologo potrebbe esserle di aiuto per fare un bilancio e se riterrà che c'è ancora lo spazio per un recupero della vostra coppia , potrebbe prendere in esame l'idea di una terapia familiare.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

News Letters

0
condivisioni