Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

sessualità (49158)

on . Postato in Sessualità | Letto 10 volte

Paola, 38anni (28.2.2002)

Salve.. Paola 38 è mia moglie. Io di anni ne ho 42 e non so se quello che spiegherò possa definirsi un vero e proprio "problema", ma vorrei comunque il parere di un esperto. Siamo una coppia "standard", sposata da 10 anni dopo 10 di fidanzamento, con bimbo di 6 anni. Siamo molto affiatati e innamorati come un tempo, ma proprio come un tempo lei è molto pudica. Premetto che siamo cattolici ma non praticanti.
Quando ci siamo conosciuti 20 anni fa, potevo anche capire la sua ritrosità a praticare il sesso orale, o p.es. guardare filmetti sexy per eccitarsi: francamente non interessava nemmeno a me ed entrambi non approvavamo i nostri amici che per stimolarsi frequentavano cinema a luci rosse, acquistavano giornaletti erotici ecc. I nostri preliminari erano dei lunghi e appassionatissimi baci. Il tutto mi bastava e mi eccitavo molto anche al solo vederla svestita (spesso anche al solo pensiero) e tutto filava liscio.Passano gli anni e lei è rimasta praticamente uguale. I preliminari sono sempre i lunghi baci, di sesso orale non se ne parla (se non sporadiche volte e grossolanamente) e ovviamente, almeno secondo me, un pò di consuetudine fa il resto. In pratica il vederla svestita o nuda non mi basta più; i lunghi baci, pur restando appassionati e belli, non mi bastano più. Per certi versi è addirittura peggiorata. Gli approcci sono finalizzati solo al rapporto finale e MAI, oltre che al già citato sesso orale, nemmeno ad una mia masturbazione (che talvolta mi può pure accontentare). Si fa l'amore quasi sempre la sera, a luci basse. Due sere fa ha interrotto un mio approccio sul divano per andare a lavarsi i denti e andare poi a letto per completare il rapporto.
Nel corso degli anni invece io credo di essermi "evoluto", o perlomeno sono cambiato un pò. Continuano a non interessarmi i film sexy e le riviste erotiche, ma agogno il sesso orale (che dovrebbe essere piacevole anche per lei), e le mie fantasie erotiche sono con donne molto intraprendenti. Ho fatto qualche approccio con altre donne, ma non me la sento di rischiare il matrimonio. Così mi rivolgo a internet e per stimolarmi faccio divertenti e molto eccitanti sexy-chat (considerata la novità, devo ammettere che mi eccitano anche i maschi) senza però quasi mai arrivare all'orgasmo. É un problema il suo? Chiedo troppo io? Non ditemi di parlarne con lei: l'ho fatto alcune volte e non voglio insistere per non farmi mal giudicare. Resto in attesa di Vs. risposta. Saluti e grazie in anticipo.

Comprendo che -come la maggior parte dei maschi - lei trovi molto eccitante il rapporto orale , almeno nei preliminari. I lunghi baci appassionati sono una buona premessa al rapporto sessuale completo. Alle donne -di solito - non interessano né i fumetti, né i film porno (si éccitano più con la lettura dei romanzi rosa o delle storie d'amore che non con le figure nude). Accettate le differenze di approccio al sesso da parte dell'uno o dell'altro genere, che fare se una parte delle proprie aspirazioni sessuali non può essere soddisfatta col partner? Non chieda all'esperto la soluzione compensatoria accettabile: bisognerà vedere se la sua compagna non é proprio in grado di apprezzare altre modalità di fare sesso, e poi dovrà decidere in coscienza , secondo la sua scala di valori, cosa viene prima e se é il caso di compromettere tanti anni di vita di coppia con scelte alternative. E' vero invece che i maschi omosessuali amano il rapporto orale e lo fanno con passione: pensa che per lei potrebbe essere una variante valida o si fermerà alla possibilità "virtuale" di internet?

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e depressione (151012456…

Paolo, 26     Salve, da una settimanella a questa parte ho sviluppato una serie di sintomi apparentemente slegati (almeno secondo il medico) e qu...

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Il metadone

Il metadone è un oppioide sintetico, usato in medicina come analgesico nelle cure palliative e utilizzato per ridurre l'assuefazione nella terapia sostitutiva d...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

News Letters