Pubblicità

Sessualità (52603)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandra, 23 anni, 15.09.02

Da quando sono cominciati i primi rapporti sessuali non ho mai provato nulla... Ed è questo il mio problema. Ultimamente poi non ho più voglia, anche perché sono stufa di farlo sempre in macchina. Amo il mio ragazzo, ma con lui non si può parlare: appena accenno al problema lui mi dice che abbiamo solo 23 anni e che quindi questi problemi non ci devono essere. Secondo lui, dovremmo farlo ogni volta che ci viene voglia, anche se il contesto non lo permette. A volte mi sento obbligata a farlo, e quindi fingo, sperando che non se ne accorga... La mia situazione familiare direi che è abbastanza normale, con un padre che adoro e che adora me e una madre brava, anche se troppo lavoratrice, che mi riempie di attenzioni materiali (sono figlia unica), forse cercando di perdonarsi il fatto di non avermi cresciuta e di avermi lasciato alle cure della nonna paterna. Ma non ce l'ho con lei per questo, dopotutto l'ha fatto per me. Studio all'università, alla facoltà di Medicina e Chirurgia. Frequento il corso di laurea "Tecnico della riabilitazione psichiatrica", ed è lo studio che mi ha spinto a sfogarmi con qualcuno. Fingo di avere una vita sessuale normalissima, anche se la notte sogno di farlo con chiunque mi capiti a tiro... Spero che mi risponderete. Anticipatamente ringrazio.

Cara Alessandra quello che ti sta succedendo potrebbe essere un problema situazionale dovuto all'attuale legame che potrebbe nascondere, al di là del bene che riferisci di provare per il tuo ragazzo, dei conflitti relazionali che si concretizzano in una mancata risposta sessuale. Altro motivo potrebbe essere l'inesperienza. Per raggiungere una buona intesa sessuale è necessario che tra i partners si stabilisca una certa intimità e confidenza. Il rapporto sessuale non è solo la penetrazione ma è importante che ci siano tutta una serie di preliminari fatti di baci, carezze, sfioramenti sempre più intimi che permettano in entrambi l'innescarsi della fase dell'eccitazione. Questa è una fase molto importante perché permette d'allentare le tensioni e sbloccare i freni inibitori aprendo la via al piacere sessuale che ha il suo acme nella fase orgasmica. Da quanto riferisci queste sensazioni ti sono sconosciute, almeno che non le hai sperimentate con la masturbazione, pertanto ti sollecito ad affrontare l'argomento in modo serio con il tuo ragazzo e se continuerà a non darti ascolto rifletti se è il caso di mandare avanti un rapporto che ti priva di una parte tanto importante della tua vita. Ultimo suggerimento, se hai fatto altre esperienze con questo tipo di risposta con altri ragazzi o attraverso la masturbazione (se ti masturbi) ti consiglio di rivolgerti ad un sessuologo per un consulto. Auguri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

News Letters

0
condivisioni