Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (8287)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Pina, 37 anni

Buongiorno, convivo con il mio ragazzo da poco meno di un anno. il mio problema è che ho notato che da qualche mese già prima di convivere il mio desiderio è calato ma ora sta diventando un problema in quanto il mio ragazzo si sta un po' stufando, giustamente; non vorrei perderlo per questo.
ne ho parlato con il ginecologo e mi ha detto che non si tratta di problemi ormonali, pertanto mi rimangono quelli psicologici, credo.
Premetto che ogni tanto ho dei momenti in cui mi sembra di non farcela piu' e ho degli scatti d'ira (butto in giro le cose) e poi piango per un po'.
Quando mi calmo va meglio, è come se mi fossi liberata. il mio ragazzo dice ceh secondo lui potrei avere una lievissima depressione e che varrebbe la pena parlarne con qualche esperto. questo per lui potrebbe essere la causa del calo del desiderio. dimenticavo di dire che prima andava bene, ma ora è un pensiero che non mi sfiora, anzi, quando mi rendo conto che sarebbe
il caso di "adempiere ai miei doveri", mi sento male perche non ne ho la minima voglia. ho anche provato a sforzarmi per lui, ma non funziona. divento rigidissima e non è il massimo per nessuno dei due. cosa faccio?....

Cara Pina, il fatto di essere da poco andata a convivere con il suo compagno è certamente un evento critico nella sua vita, un cambiamento molto netto.
E forse la sua mancanza di desiderio potrebbe essere spiegata semplicemente come una fase che lei sta vivendo in risposta a questa ?rivoluzione?. È vero che il calo del desiderio è anche uno dei sintomi della depressione, ma ce ne sono anche molti altri, per esempio disturbi del sonno, aumento o diminuzione netta dell'appetito.
Propenderei per una diagnosi più soft, sinceramente.
Mi sembra che comunque con il suo compagno ci sia un buon dialogo, quindi posso consigliarle di valutare insieme a lui l'ipotesi di consultare uno psicologo/sessuologo, insieme. Se sarete entrambi coinvolti in questo percorso, probabilmente sarà più semplice e molto più efficace.
Le faccio molti auguri

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

News Letters

0
condivisioni