Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (8287)

on . Postato in Sessualità | Letto 2 volte

Pina, 37 anni

Buongiorno, convivo con il mio ragazzo da poco meno di un anno. il mio problema è che ho notato che da qualche mese già prima di convivere il mio desiderio è calato ma ora sta diventando un problema in quanto il mio ragazzo si sta un po' stufando, giustamente; non vorrei perderlo per questo.
ne ho parlato con il ginecologo e mi ha detto che non si tratta di problemi ormonali, pertanto mi rimangono quelli psicologici, credo.
Premetto che ogni tanto ho dei momenti in cui mi sembra di non farcela piu' e ho degli scatti d'ira (butto in giro le cose) e poi piango per un po'.
Quando mi calmo va meglio, è come se mi fossi liberata. il mio ragazzo dice ceh secondo lui potrei avere una lievissima depressione e che varrebbe la pena parlarne con qualche esperto. questo per lui potrebbe essere la causa del calo del desiderio. dimenticavo di dire che prima andava bene, ma ora è un pensiero che non mi sfiora, anzi, quando mi rendo conto che sarebbe
il caso di "adempiere ai miei doveri", mi sento male perche non ne ho la minima voglia. ho anche provato a sforzarmi per lui, ma non funziona. divento rigidissima e non è il massimo per nessuno dei due. cosa faccio?....

Cara Pina, il fatto di essere da poco andata a convivere con il suo compagno è certamente un evento critico nella sua vita, un cambiamento molto netto.
E forse la sua mancanza di desiderio potrebbe essere spiegata semplicemente come una fase che lei sta vivendo in risposta a questa ?rivoluzione?. È vero che il calo del desiderio è anche uno dei sintomi della depressione, ma ce ne sono anche molti altri, per esempio disturbi del sonno, aumento o diminuzione netta dell'appetito.
Propenderei per una diagnosi più soft, sinceramente.
Mi sembra che comunque con il suo compagno ci sia un buon dialogo, quindi posso consigliarle di valutare insieme a lui l'ipotesi di consultare uno psicologo/sessuologo, insieme. Se sarete entrambi coinvolti in questo percorso, probabilmente sarà più semplice e molto più efficace.
Le faccio molti auguri

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenien...

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissio...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters