Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità ambigua (018545)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonimo

Gentilissimi Dottori vi prego di aiutarmi stò impazzendo!!!!; Da più di un mese frequento un ragazzo apparentemente molto sicuro di se ma interioremente di animo ipersensibile, situazione familiare un pò ambigua tutti approfittano del suo buon cuore usufruendo di aiuti economici e lavorativi (insomma un tipo che non è capace di farsi molto rispettare), qualche giorno fa mi ha confessato una cosa che io non preso molto bene e che vi espongo di seguito - Qulche hanno fa ha avuto un rapporto sessuale con un uomo in cui lui faceva l'uomo quindi la parte attiva se così si può dire, poi non è più capitato fino a febbraio scorso un'altra sola volta con un'altro uomo, da allora basta, non è più capitato, ora premetto che lui è un tipo timidissimo però e super sincero mi dice tutto, dice di amarmi e di non volermi perdere, dice di volere figli e famiglia e che vorrebbe andare a viveve con me il più presto possibile, ogni volta che stiamo insieme basta un solo bacio per farlo andare in erezione e devo dire che non abbiamo nessun problema a libello sessuale, mi soddisfa e lo soddisfo (viene anche tre o quattro volte in un rapporto di durata media di 2 ore circa, mi scuso in anticipo se sono così esplicita ma voglio capire se posso aiutarlo e se veramente esiste un problema), non ho mai avuto a che fare con cose ambigue di questo genere ma io gli voglio molto bene lui un giorno mi ha detto di aver perso la fiducia nelle donne tanto tempo fa ma che con me si sente diverso, ora i miei dubbi sono molti tra cui i più importanti a cui vorrei avere risp. da Voi esperti: 1) è bisex; 2) protrebbe succedere ancora (mi ha confessato che la prima volta era in un periodo diff. della sua vita la seconda era brillo e forse sotto effetto di psicofarmaci, essendo in cura da uno psicologo per superare i suoi problemi, adesso non prende più niente); Ho paura ad andare avanti in questo rapporto ma se posso aiutalo ad avere fiducia in me voglio rischiare di soffrire un pò io l'amo;P.S. non so se sono stata abbastanza chiara ma scrivo non a mente lucida ma un pò sconvolta, vi prego so che non è possibile essere celeri, ma vi prego di darmi una risposta a questo dilemma, anche perchè io ho 28 anni e lui 27 quindi non siamo ragazzaini, per questo ho paura che possa ripetersi, non essendo lui più in fase adolescenziale in cui si provsano certe cose, premettendo che le sue esperienze sessuali sono iniziate a 21 anni

Cara anonima,i tuoi dubbi sono più che legittimi, ma devono essere circoscritti senza che lievitino in pensieri dolorosi e troppo ansiogeni. Molte più persone di quelle che noi immaginiamo hanno una sorta di ambiguità o indefinizione dell'oggetto sessuale. Essere "bisex" spesso, infatti, corrisponde non solo ad una identità sessuale confusa, ma anche a non saper bene chi si è e quindi chi si vuole. C'è in questo ragazzo un discreto disagio affettivo-relazionale con un viraggio nell'omosessualità, quasi come una forma di fuga da una "normalità" che lo spaventa e con cui non riesce a fare i conti fino in fondo. La matassa da dipanare è proprio quella, ed occorrono da parte tua molta pazienza e capacità di accettazione della "stranezza" non convenzionale della situazione.A questo punto sei tu che devi probabilmente trovare la risposta in te stessa e scoprire se vuoi mantenere una relazione che esprime una sua contorsione e complessità non semplici nello svolgimento nella quotidianità

(risponde la dott.ssa Lucia Daniala Bosa)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

News Letters

0
condivisioni