Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità e bambini (111504)

on . Postato in Sessualità | Letto 5 volte

Stefano 25

Da piccolo (circa 6-7 anni) mi è capitato di giocare con un amico a toccarci e a leccarci gli organi sessuali. Tale episodio mi è rimasto oscuro per molto tempo, ma ho cercato di comprenderlo arrivando a una serie di conlusioni:
1.Si è trattato di un gioco, poichè un rapporto sessuale è un'altra cosa (un contatto fisico e sessuale continuo, prolungato e completo). 2.Trattandosi di un gioco, le preferenze sessuali non c'entrano niente. 3.Gli esperti in sessualità affermano che tutti i bambini hanno curiosità sul sesso che soddisfano con giochi di vario genere.Giocare a toccarsi può essere uno di questi giochi. 4.Le curiosità sessuali dei bambini possono essere del tipo anatomico/generico sugli organi sessuali o sui meccanismi semplici del piacere sessuale (es. uso dei genitali). Vorrei però una conferma di questa mia analisi, poichè non ho mai avuto una parola definitiva su questo. Grazie.

Caro Stefano il proprio corpo prima e il corpo dei compagni poi rappresenta per i bambini una fonte inesauribile di curiosità e permette la scoperta delle differenze sessuali, che per i piccoli costituiscono un problema cognitivo di difficile soluzione in un momento in cui è invece estremamente importante e desiderata la chiarezza di idee e la completezza delle informazioni. Il gioco sessuale è utile per lo sviluppo dell'identità di genere e di ruolo e non dovrebbe essere represso. L'attività ludica genitale può avvenire tra bambini dello stesso sesso, tra bambini di sesso diverso e capita anche che avvenga tra fratelli, in tutti i casi è raro che tali episodi sessuali abbiano effetti negativi sulla sessualità futura, un effetto molto negativo può invece essere indotto dalla reazione degli adulti. Quanto fin qui esposto contempla esclusivamente giochi sessuali tra coetanei in cui non viene perpetrato nessun tipo di forzatura e/o violenza, nei casi in cui uno degli attori subisce la volontà dell'altro gli effetti ci possono essere e anche molto pesanti.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 10/12/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters