Pubblicità

Sessualità infantile (007278)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 41 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Eliana, 67 anni

Sono la nonna di un bambino di circa 8 anni che vive con me e mio marito. Non so come comportarmi di fronte atteggiamenti del bambino che ritengo da parte mia normali o di semplice curiosità. Mio marito non è dello stesso parere, quindi questo nostro disaccordo provoca in lui disorientamento e rabbia contro il nonno che lo sgrida in maniera molto forte. Girando per casa a volte nudo ha scoperto che il cane che abbiamo lo lecca, ovviamente divertendosi con questa scoperta lo abbiamo trovato un paio di volte che lo ripeteva con intenzione. Io ho affrontato l'argomento parlando di igiene e senza sgridarlo gli ho detto di non farlo più. Ma il nonno non essendo del mio stesso avviso lo ha mortificato moltissimo e lui ha pianto ed è andato a letto senza cena. Io ho la responsabilità di questo bambino che amo moltissimo e non vorrei sbagliare facendogli venire dei traumi assurdi, cosa devo fare se dovesse ricapitare? Spero che mi rispondiate, perchè per me è veramente un grosso problema. Grazie

Il problema, in effetti, assume importanza per lo sviluppo psicosessuale del bambino. Non è il caso di sgridarlo o mortificarlo di fronte a comportamenti che rivestono un significato di curiosità e di esplorazione crica il proprio corpo. E' invece necessario procedere a fornire elementi di educazione sessuale, in termini molto semplici ma chiari. Non si può evitare questa occasione di confronto e dialogo perchè altrimenti tutto può assumere un rilievo fuorviante e creare carenze nella costruzione della identità maschile. Può anche chiedere aiuto alla scuola parlando con gli insegnanti della situazione perché si crei una sinergia educativa.


( risponde il dott. Renato Vignati )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

News Letters

0
condivisioni