Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità infantile (101780)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Carolina 33

Ho un bimbo di 4 anni che vuole vestirsi da femminuccia specialmente con tacchi corone trucchi e gonnelline della cuginetta che vive accanto a noi litigano in continuazione perchè lei gli fa notare puntualmente quando stanno insieme che lei è femminuccia ed ha la fricca così chiamata da noi e lui ha il pisello scatenando in lui rabbia e pianto perchè dice che anche lui ha il pisello addirittura una volta è corso in cucina per prendere le forbici e voleva tagliarselo a quel punto io sono intervenuta arrabbiandomi con lui io credo sia giusto farli giocare con quello che vogliono infatti se mi chiede giochi di femminucce io lo accontento però ora ho la forte impressione che si stia esagerando e non so più come comportarmi se assecondarlo ancora e comprargli giochi de femmine o no però mi trendo anche conto che quando gli dico di no o mi arrabbio lui soffre tanto comunque sono tanto confusa ho paura di sbagliare e magari portarlo io nella direzione sbagliata oppure tutto ciò è una mia esagerazione.

Cara Carolina molto probabilmente il comportamento di suo figlio è dovuto al contesto, se la compagna di giochi con cui passa più tempo è sua cugina, magari più grande, lo spirito di imitazione lo porta a voler fare ciò che fa lei. Da non escludere che potrebbe trattarsi di un interesse transitorio rafforzato, suo malgrado, dalla cugina la quale opponendosi alle sue richieste non fa che rafforzargli il desiderio di ottenerle. D'altra parte non si può escludere che questa predisposizione nasca da motivazioni più profonde ma, se così fosse, non sarà certo un atteggiamento repressivo a rimettere ordine alle cose. Il mio suggerimento è quello di inserirlo in contesti in cui ci siano altri maschietti senza però tentare di forzare la sua volontà, si limiti ad osservare. Permettere a suo figlio di esprimersi liberamente è la via d'elezione per dargli l'opportunità di strutturarsi in maniera adeguata e di non dover soffrire, in futuro, per un'eventuale diversità. Mi complimento con lei per l'attenzione e la sensibilità dimostrata, se i suoi sospetti dovessero risultare fondati non le faccia mai mancare il suo appoggio incondizionato. Auguri

(risponde la dott.ssa Assunta Consalvi)

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenien...

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

News Letters