Pubblicità

Sessualità sbagliata? (010360)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 45 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lidia, 39 anni

Perchè non mi rispondete? E' la quarta volta che scrivo, non avendo ricevuto risposta le precedenti volte.
Capisco che ricevete centinaia di e-mail e che forse il mio problema è di scarso interesse, ma, se possibile, gradirei avere una risposta, non sapendo al momento che decisione prendere.
Sono sposata da 13 anni con un uomo che mi ama moltissimo. Lavoriamo entrambi ed il nostro lavoro è molto impegnativo e colmo di responsabilità, dovendo gestire anche dei dipendenti. A casa, continua il mio lavoro con i figli: in casa la gestione è quasi totalmente mia, sia per quanto riguarda i figli (compiti, palestra ecc.) sia per quanto riguarda le faccende domestiche.
A me non è mai dispiaciuto, seguo moltissimo i bambini in tutte le loro attività e mi piace avere cura della casa e dei miei cari.
Mio marito, invece, è piuttosto individualista e, tornato a casa, vorrebbe solo rilassarsi e dedicarsi al suo hobby. Ultimamente, dedica sempre più tempo al suo hobby (il bricolage), facendo anche molto tardi la notte, e meno ai figli e a me.
Anche i nostri rapporti sessuali, sempre piuttosto appaganti per entrambi, sono diventati sempre più radi.
Quando me ne sono lamentata lui mi ha risposto che spesso non se la sente perché è stanco o preoccupato o tutte e due le cose. La cosa che però è sconvolgente per me è stato scoprire che a tarda notte, quando in casa tutti dormono, aiutato dai tanti spettacolini che si vedono in tivù a quell'ora, lui si masturba.
Da quando l'ho scoperto sto molto male: vivo la cosa come un tradimento e ne provo molto dolore. Credo di essere piuttosto attraente, anzi diciamo che ricevo molti complimenti per il mio aspetto, anche se non sono una habituè di parrucchieri ed estetisti, e ancor di più non riesco a spiegarmi quanto è accaduto.
Lui mi ha detto che è una cosa che considera innocua ed innocente, ma io non la penso così. Vorrei avere cortesemente il Vs. parere a riguardo: abbiamo bisogno di aiuto? Perché è accaduto tutto questo? Vi prego di rispondermi, ho necessità di chiarirmi le idee e di prendere delle decisioni a riguardo. Grazie anticipatamente

Gentile Lidia,
a prescindere dalla risposta che riceverà è importante che lei sappia che la decisioni da prendere rispetto alla sua vita matrimoniale spettano solo a lei e a suo marito; detto ciò, ha fatto bene a parlare con suo marito del problema e il fatto che lui si masturbi davanti alla televisione è abbastanza normale, purchè tutto ciò non rappresenti un'alternativa ai vostri rapporti ma bensì potrebbe essere un aiuto...?
Cerchi di superare il dispiacere iniziale ed interpreti la cosa come una necessità fisica maschile, potrebbe accadere anche a lei, infatti tutto ciò non sottrae l'amore alla coppia, piuttosto sarebbe importante che malgrado tutti i vostri impegni riconquistate la vostra intimità e se questo fosse un campanello d'allarme provi a coinvolgere suo marito in una terapia psico sessuale.
Buon lavoro

 

 

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

News Letters

0
condivisioni