Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità: sono lesbica? (112992)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giorgia 39

Sono lesbica? Non lo so. Ho avuto due esperienze omosessuali molto importanti. Ed altre ugualmente importanti esperienze etero. Ora incontro una donna giovane, con due figli, divorziata... e cosa accade non lo so. Penso sempre a lei. I soliti sintomi dell'innamoramento. Perché mi succede questo? Perché a questa età sono ancora così confusa? Per anni ho annientato la mia affettività, quasi per disintossicarmi, ma vedo che non è servito. Con gli uomini ho altri "sintomi affettivi", sono più razionali... non so come spiegare, sono più lucida. Provo piacere nel fare sesso con gli uomini, gli uomini mi piacciono, ma con le donne perdo il mio controllo. C'è una componenete di tenerezza e necessità di tenerezza che mi fa veramente perdere la testa. Se potete, aiutatemi. Grazie, Giorgia.

Cara Giorgia, anche se è una condizione assai rara, o almeno molto più di quanto non si pensi, può darsi che tu sia bisessuale e che quindi tu ti senta egualmente attratta da donne e da uomini… dovresti chiederti se la sensazione di totale perdita di controllo, d’innamoramento folle che provi nei confronti delle donne, ti piace o almeno lo apprezzi di più di un coinvolgimento più freddo e razionale che invece provi nei confronti degli uomini. Sei tu a decidere che tipo di sentimento vuoi provare, lo devi assecondare e lasciarti andare ad esso. Dalla tua lettera, ma forse mi sbaglio, io ho colto tra le righe che il coinvolgimento più totale, quello che ti fa sentire completa, l’hai provato con delle compagne, mentre per quanto riguarda il sesso maschile ne hai apprezzato l’aspetto fisico e poco più; di questa donna poi…beh io penso tu ne sia innamorata. Se fossi in te, non avrei dubbio alcuno su quale inclinazione seguire. Non c’è niente di strano o di anormale in te e credo che tu abbia chiara la risposta alla tua domanda.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 04/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni