Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (0000851)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 21 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nikke, 31 anni

Salve nella mia vita ho avuto diverse relazioni di cui tre importanti. L'ultima con un ragazzo meraviglioso di 5 anni più piccolo di me con il quale abbiamo ripreso a rifrequentarci ( ci eravamo lasciati nel 2002, ma siamo rimasti sempre molto uniti ). Nell'amore non mi sento molto fortunata, ho sempre sperato nella storia della mia vita ma poi andava sempre a finire. Più di un anno fa conobbi un uomo di 38 anni, ci siamo piaciuti ed ho perso un pò la testa, ma mi ha ferita.Quell'uomo è in attesa di un processo per un accusa fattagli dalla sua ex, accusa che lo ha incattivito ancora di più. Io ho creduto in lui, credevo di potergli stare vicino...ma lui non "mi vedeva".
Da lì basta con gli uomini... poi il mio ex che con amore, sensibilità, intelligenza e pazienza mi sta aiutando a "credere". Il mio "problema" ( se così si può chiamare )è prettamente legato alla sfera sessuale: quando ero piccola sono stata operata alla vescica per una brutta infezione e certe "ferite psicologiche" mi hanno seguito sino ad ora. Mi sono accorta di soffrire di vaginismo, ho fatto terapia e sono "guarita". Ho perso la verginità a 25 anni con un ragazzo che amavo....ma mi rendo conto che in 31 anni non ho mai provato un orgasmo interno ( solo clitorideo ). Per me l'atto sessuale, anche se fatto in modo passionale, rimane un modo per dare piacere al mio uomo e basta, durante la penetrazione la mia mente si concentra in quel punto e non mi libero completamente. Mi aiuti...ho dei problemi? devo farmi aiutare? grazie

Gentile nikke,mi sembra di capire che oltre ad un problema legato alla sua sessualità, lei ha perso anche un pò di fiducia nel genere maschile e nella possibilità di costruite un rapporto.
E' probabile che le due cose non siano scisse e che il fatto di non raggiungere l'orgasmo sia legato ad incapacità a lasciarsi andare e vivere un rapporto in cui in fondo lei non crede.Mi colpisce la sua visione dell'atto sessuale legata solo al puro soddisfacimento maschile, sarebbe utile parlarne con un terapeuta psicosessuale, sicuramente come è riuscita a "guarire" in passato dal vaginismo anche in questo caso la terapia potrebbe aiutarla a superare questo ulteriore ostacolo.Buona fortuna!

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

News Letters

0
condivisioni