Pubblicità

Sessualita' (010599)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Guglielmo,25 anni

Sono un ragazzo di 25 anni. Essendo particolarmente brutto, introverso, antipatico e privo di interessi sono ancora vergine (e, non essendo più la mia un'età di prime volte, posso dire con razionale certezza che lo resterò tutta la vita). Anzi, le dirò di più, non mi ricordo di aver fatto nemmeno una conversazione con una ragazza (salvo mia sorella). Ormai sono rassegnato alla cosa e non mi crea più grossi problemi, riconosco che c'è una giustizia nel fatto che i "peggiori", cioè i meno attraenti o adatti ai rapporti di coppia, debbano essere esclusi dal sesso, è la selezione darwiniana...
Il problema è che da qualche tempo la mia sessualità sta prendendo una brutta piega. Le mie fantasie sono sempre più perverse e piene di "immagini" di violenza e di umiliazione, con donne sempre molto cattive e sprezzanti nei miei confronti. E come se non bastasse, a volte sento che se stuprassi una ragazza potrei sentirmi meglio, che in fondo se lo facessi di nascosto e nessuno mi beccasse non avrei fatto nulla di sbagliato. Naturalmente finora mi sono sempre trattenuto, ma il pensiero è sempre più insistente. Forse dovrei andare da uno psicologo/psichiatra (confesso che la differenza mi sfugge), ma l'idea di andarci mi spaventa, per me sarebbe la conferma ufficiale che non ho più il controllo della mia mente e delle mie azioni, che sono un pazzo, un uomo di serie B, uno che non potrebbe mai avere una vita normale neanche se fosse "guarito".
La mia domanda è: la sessualità non può essere del tutto repressa, visto che a uno come me non può che creare problemi?


Gentile Guglielmo, le teorie di Darwin sono state sicuramente molto importanti per il progresso della scienza, ma hanno davvero poco a che fare con il genere umano. Non credo proprio quindi che la sua situazione possa avere a che fare con una selezione darwiniana. Sono sicuramente altri i motivi per i quali non ha ancora trovato una ragazza. E anche se questo non potrà essere consolante, essere vergine a 25 anni non è poi così anormale come si sarebbe portati a credere. Le fantasie violente che a volte le capita di fare potrebbero essere collegate ad un'inconscia ira nei confronti delle donne che a suo parere la stanno trattando male, o potrebbero essere causate dalla repressione della sua sessualità, o da entrambe le cose.
La sessualità è un istinto naturale, e reprimerlo non porta niente di buono. Non credo che le servirebbe molto andare da uno psichiatra in quanto gli psichiatri in genere si occupano dell'aspetto farmacologico della cura; piuttosto, le consiglierei di rivolgersi ad un bravo psicoterapeuta con il quale esplorare, e tentare di comprendere, questi suoi vissuti. Molti auguri

 

 

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

News Letters

0
condivisioni