Pubblicità

Sessualita' (076810)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 88 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima , 39 anni

Gentili Dottori
Vi espongo il mio problema, spero di riuscirci in modo chiaro
Sono nata con micro cefalee e con evidenti malformazioni al cranio. Il tutto con la crescita e con lo sviluppo (parlo della formazione del cranio) si è aggiustato non perfettamnete ma mi posso ritenere fortunata. Riguard all'intelligenza da accertamenti che mia madre mi ha fatto fare da bambina risulta superiore alla media. Anche a scuola ho avuto sempre ottimi voti
L'unico handicap che forse non so se può essere derivato da ciò è il mio occhio sinistro pigro che percepisce solo la luce e i colori e le ombre, purtroppo i miei se ne sono accorti solo quando avevo 5 anni.
Per farla breve la mia infanzia è trascorsa sempre con i medici ospedali ecc. poi all'avvicinarsi dei 12 anni ho iniziato a migliorare nettamente e anche a prendere un pò di peso ero magrissima nonostante mia madre mi desse da mangiare di tutto.
Ai miei 12 anni mia madre muore uccisa da un camion in retromarcia furiosa dovuta al conducente (mio zio) che aveva litigato con mio padre. Io purtroppo ho assistito a tutto. In quel momento ho pensato che da allora avrei dovuto pensare da sola a me stessa. Ho costruito così un carattere indipendente e forse troppo chiuso.
Ora il mio problema è: ho 39 anni non sono sposata ne' fidanzata, amo tanto un uomo con cui ho avuto anche una relazione che ho poi chiuso perchè lui è sposato, ma oltre lui io non ho avuto altri uomini è stato il solo e l'unico Perchè nonostante tutti i miei sforzi non riesco a sentirmi libera serena per favore potete aiutarmi?
Eppure lavoro ma mi sento senpre fuori posto non mi sento attrattiva. E la cosa che più mi impensierisce perchè mi mette tanto a disagio essere toccata pensare di fare l'amore praticamente ( se penso solo di farlo allora mi lascio andare ad ogni emizione ma in pratica mi sento frenata?) Solo questa persona è riuscita in qualche modo forse con la sua semplicitò a entare in pochino nella mia vita ma poi anche questa è una cosa che non può essere.
Per favore datemi un aiuto


Gentile anonima,
senza dubbio la sua vita è stata colpita da una serie di eventi dolorosi che hanno lasciato il segno e che lei percepisce e descrive molto bene.
Allo stesso modo con grande forza è riuscita ad andare avanti e a costruirsi una vita "da sola".
Gli sforzi che lei fa per sentirsi libera e serena non sono inutili, ma è forse arrivato il momento di chiedere aiuto ad uno specialista e nella fattispecie intraprendere un percorso di terapia psicologica.
I suoi timori nel lasciarsi andare sessualmente hanno sicuramente un'origine che va cercata e analizzata.
Se è riuscita ad andare avanti finora sicuramente risolverà anche questo problema, anche se nella vita si riesce a sopravvire alle cose peggiori non siamo dei supereroi e arriva un momento in cui ci serve un aiuto e dobbiamo prendercelo, per stare meglio.
Le auguro buona fortuna.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

Articolo 26 - il Codice Deonto…

Con il commento all'articolo 26 (utenza e conflitti personali) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Le parole della Psicologia

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

Personalità

“Esistono bisogni emotivi primitivi, esistono bisogni di evitare la punizione e di conservare il favore del gruppo sociale, esistono bisogni di mantenere l’armo...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

News Letters

0
condivisioni