Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (14.11.99)

on . Postato in Sessualità | Letto 139 volte

Alessia, 22 anni (14.11.99)

Ho 22 anni. Ho avuto una lunga storia con un mio coetaneo iniziata quando avevamo 16 anni. Tra noi c'era amore e una profonda comprensione. Quando ci siamo messi insieme eravamo entrambi inesperti e cosi` ci siamo scoperti piano piano, abbiamo raggiunto una intimita` fisica sempre maggiore, abbiamo scoperto i nostri corpi e nuovi desideri.
E` stato naturale arrivare, non ancora diciassettenni, a tentare di fare l'amore..eravamo emozionatissimi e pieni di desiderio...sicuramente pero` anche nervosi per la situazione "clandestina" (soprattutto io che ho una famiglia tradizionalista...stavo facendo qualcosa che non avrebbero mai accettato).E` stato un fallimento...appena infilato il preservativo il mio ragazzo ha perso l'erezione. L'abbiamo presa con serenita`, ci dicevamo che era solo l'ansia, che era normale, che avremmo ritentato. Ma da allora ogli volta e` stato un nuovo fallimento...ero io ad irrigidirmi involontariamente..mi sembrava impossibile e troppo doloroso che potesse penetrarmi.. e quando invece io mi sentivo pronta e piu` rilassata e lo spingevo a me era lui che perdeva l'erezione ( che invece al di fuori della penetrazione non aveva problemi a mantenere anche a lungo). Cosi` abbiamo passato sempre piu` tempo nei preliminari, o nel sesso orale...tra noi tutto questo funzionava benissimo, c'era intimita`, desiderio e intesa e una profonda comunicazione. Ma la penetrazione era impossibile. Alla fine non avevamo neanche pi`u il coraggio di tentare, per paura di un nuovo fallimento..e ce ne stavamo in un limbo di carezze e baci e tutto il resto....
Io ero piena di paure, mi chiedevo se soffrissi di vaginismo ( e me lo chiedo ancora). Lui invece continuava a ripetere che il problema era suo.
La nostra storia e` finita un anno fa..in tutto questo tempo non ho avuto il coraggio di avvicinarmi a nessun'altro per paura di confessargli la mia verginita` e di non riuscire ancora a fare l'amore.
Vi sarei grata se poteste darmi qualche risposta o almeno un consiglio. Potrei soffrire di vaginismo o forse c'erano solo dei problemi nella nostra coppia? Può darsi, dico può darsi, che foste semplicemente troppo giovani e quindi non ancora pronti ad una genitalità adulta. I rapporti di cui parli, ed il desiderio di quel tipo di rapporti, sono frequenti nei ragazzi, ancora non pronti a rapporti sessuali completi. Se questa situazione si fosse protratta più a lungo, forse ci sarebbe stato qualche elemento di preoccupazione. Ma, data la situazione che tu descrivi, credo che tu possa affrontare tranquillamente altre esperienze.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o nar...

News Letters