Pubblicità

Sessualità (2006-10-21)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 33 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anita 32

Salve. Il mio anzi il problema di mio marito credo sia diventata una vera e propria patologia.In parole povere il suo ritmo di fare sesso è, rispetto alla normalità, scarso. Abbiamo rapporti una volta al mese circa (preferibilmente di sabato o di domenica), tranne d'estate quando è in ferie e lui dice di non essere stressato dal lavoro.Lui dice che è sempre in tensione e stressato e che non è vero che non ha desiderio. Ma come è possibile? Stiamo insieme da nove anni e, tranne per i primi sei mesi, è sempre andata così, anche se siamo una coppia litigiosa io ho sempre il desiderio, lui invece quasi lo pianifica. E adesso che voglio un figlio (lui anche, così dice) come devo fare? E poi non è solo questione di figli, io mi sento sempre rifiutata, frustrata. Lui dice di non aver alcun problema ma io non ci credo per niente. Grazie per la consulenza

Gentile Anita, purtroppo lo stress quotidiano, il lavoro, gli impegni spesso si rivelano pericolosi nemici per l’attività sessuale. E molto spesso capita che sia proprio il desiderio a farne le spese. Ma è anche importante rendersi conto che non è possibile farsi condizionare in modo così forte dai problemi, è importante riuscire ad astrarsene, lasciare lo stress-per così dire-fuori dalla camera da letto. Forse è vero, in un certo senso, che suo marito non ha nessun problema, o meglio sente di non averne, ma il fatto che lei viva male questa situazione è un problema abbastanza importante da meritare di essere preso in considerazione.In situazioni come la sua consultare uno psicologo o un sessuologo per una terapia di coppia spesso ha degli ottimi risultati.

(risponde la dott.ssa Serena Leone)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

News Letters

0
condivisioni