Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (2006-10-29)

on . Postato in Sessualità | Letto 12 volte

sorpresa.1 33

Gentile Dottoressa, Le scrivo questa mail non sapendo se mi risponderà, ma io un tentativo lo faccio ugualmente.
Sono una donna decisamente frustrata, da 10 anni convivo con un problema che mi rende la vita difficile, soprattutto quella di coppia e non solo. Proverò a sintetizzare il mio problema. Innanzi tutto La informo che ho 33 anni, sono un'impiegata e amo il
mio lavoro, sono sposata da tre anni e non ho figli, ho perso la verginità a 23 anni con un ragazzo che amavo molto, adesso il problema. Dal mio primo rapporto completo ad oggi non sono mai riuscita a provare piacere, attenzione non parlo di orgasmo, anche perchè non ho la minima idea di cosa significhi, ma di semplice piacere fisico. Durante la penetrazione non percepisco alcuna sensazione, anche con la stimolazione clitoridea o con la masturbazione non cambia nulla, è come se il mio corpo non funzionasse bene, non ricevesse alcun impulso o stimolo, è come se dormisse. La cosa assurda è che il desiderio c'è, cosiccome la lubrificazione e l'eccitazione, che poi svanisce perchè non trova appagamento nel rapporto. Le dico che sono una persona molto sicura sul lavoro e nella vita di tutti i giorni ma molto severa con me stessa, dalla mia persona pretendo solo il massimo e non accetto errori. Non mi piaccio, non ho mai amato il mio corpo e convivo con stati d'animo altalenanti. Le confido anche di avere subito delle avances un pò spinte da bambina da parte di uno zio che sicuramente non mi hanno aiutata. Sono stata in cura con una psicologa di una struttura pubblica, il privato è troppo caro ed io non posso permettermelo, ma non è riuscita a cavare un ragno dal buco e adesso io mi sento ancora più a pezzi. Mi sento diversa e quando guardo le altre donne penso alla
loro sessualità a quanto probabilmente siano appagate. In ufficio le mie colleghe parlano spesso delle loro notti di fuoco e questa cosa a me fa stare ancora più male, è una delle pochissime cose che riesce a farmi piangere ogni volta, ogni mio rapporto finisce con un pianto. Gentile Dottoressa, Lei pensa che possano esserci delle componenti fisiche oltre che psicologiche al mio problema? Io sono pronta ad affrontare qualsiasi esame, e inoltre, l'ipnosi potrebbe tirare fuori le paure
inconscie? Le chiedo un aiuto. Distinti saluti

Gentile Sorpresa, ecco la sua risposta….anche se non ci sperava molto. I problemi sessuali sono solitamente distinti in problemi attinenti alla fase di desiderio, a quella di eccitazione,e a quella di orgasmo. Da quello che lei scrive, mi sembra che il suo si situi nella seconda fase, anche se l’eccitazione c’è, poi per qualche motivo sparisce. Le possibili cause di questo disturbo le ha dette lei stessa: la sua severità, che potrebbe sfociare in rigidità ed incapacità di lasciarsi andare, il fatto che non si piaccia. Sono tutte cose che potrebbero dare un’utile spiegazione. Certamente è necessario, prima di qualunque altra cosa, escludere che possano esserci problematiche fisiche (anche se in situazioni come la sua sono molto rare); per avere chiarimenti in proposito può rivolgersi ad un ginecologo (anche presso un consultorio), che le prescriverà tutti gli esami da fare. Per quanto riguarda invece l’aspetto psicologico, ciò che posso dirle dell’ipnosi è che è molto utile, ma è comunque una forma di terapia, che richiede tempo e fatica; e soprattutto bisogna stare molto attenti a non cadere nelle mani di sedicenti “maghi”, che le farebbero perdere solo tempo e denaro. Dato che non può permettersi una terapia privata, può rivolgersi al consultorio della sua città (in genere i professionisti che lavorano al consultorio sono preparati su problemi che hanno a che fare con la sessualità), oppure provare a fare una terapia di gruppo, che oltre ad essere un ottimo tipo di terapia, è anche più facilmente affrontabile sotto l’aspetto economico. Le faccio molti auguri.

(risponde la dott.ssa Serena Leone )

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

News Letters