Pubblicità

Sessualità (2007-01-25)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 35 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Andrea 25

Buongiorno, le espongo brevemente il mio "problema": ho avuto recentemente il mio primo rapporto sessuale con la mia morosa, una ragazza a cui voglio veramente molto bene e sento di essere ricambiato. non avevamo programmato di fare l'amore, è venuto così, in maniera molto naturale. eravamo entrambi molto presi e tutto andava per il meglio. sentivo il suo piacere crescere solo che quando mi sarei aspettato che raggiungesse l'orgasmo, lei si è messa a piangere. ovvio che mi sia spaventato molto e quando dopo poco lei si è tranquillizzata mi ha detto che per lei è una cosa normale, che non raggiunge mai l'orgasmo durante un rapporto completo e che spesso, ma non sempre, piange. cosa posso fare per aiutarla e che significa?

Caro Andrea credo che abbiate vissuto la storia più bella della vostra vita che difficilmente scorderete, infatti, fare all'amore fra due persone che si amano per la prima volta eè l'estasi. Il pianto e il mancato orgasmo può essere una mancanza di educazione sessuale ottimale, poichè molti non lo sanno riconoscere. Il pianto, se non è per la gioia provata, e dovesse persistere nonostante che dedichiate molto tempo ai preliminari che oltre al piacere abbassano la soglia dell'ansia, necessita consultare uno psicoterapeuta sessuologo.

(risponde il dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

News Letters

0
condivisioni