Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessualità (2007-01-25)

on . Postato in Sessualità | Letto 7 volte

Andrea 25

Buongiorno, le espongo brevemente il mio "problema": ho avuto recentemente il mio primo rapporto sessuale con la mia morosa, una ragazza a cui voglio veramente molto bene e sento di essere ricambiato. non avevamo programmato di fare l'amore, è venuto così, in maniera molto naturale. eravamo entrambi molto presi e tutto andava per il meglio. sentivo il suo piacere crescere solo che quando mi sarei aspettato che raggiungesse l'orgasmo, lei si è messa a piangere. ovvio che mi sia spaventato molto e quando dopo poco lei si è tranquillizzata mi ha detto che per lei è una cosa normale, che non raggiunge mai l'orgasmo durante un rapporto completo e che spesso, ma non sempre, piange. cosa posso fare per aiutarla e che significa?

Caro Andrea credo che abbiate vissuto la storia più bella della vostra vita che difficilmente scorderete, infatti, fare all'amore fra due persone che si amano per la prima volta eè l'estasi. Il pianto e il mancato orgasmo può essere una mancanza di educazione sessuale ottimale, poichè molti non lo sanno riconoscere. Il pianto, se non è per la gioia provata, e dovesse persistere nonostante che dedichiate molto tempo ai preliminari che oltre al piacere abbassano la soglia dell'ansia, necessita consultare uno psicoterapeuta sessuologo.

(risponde il dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Area Professionale

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Le parole della Psicologia

Belonefobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters