Pubblicità

Sessualita' di coppia (015191)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 22 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Rosy, 26 anni

Complimenti per il sito! Lo trovo molto completo. Le racconto brevemente la mia storia. Sto' da 5 anni con un ragazzo di 32. Prima di me non aveva mai avuto nessuna sperienza con le donne. E lui soffriva di questa situazione. Infatti appena l'ho conosciuto, si vergognava perfino a darmi un abbraccio perche' riteneva potesse darmi fastidio. Con il passare del tempo e' maturato, anche se non del tutto. Adesso mi fa le coccole senza piu' vergogna. E' in cura da circa 2 anni da una psicologa e piano piano lo sta aiutando a risolvere i suoi problemi di scarsa autostima derivanti dalla famiglia "malata" che ha avuto; ha perso il padre a 12 anni, la madre e' attaccata a lui in modo morboso, i fratelli non lo considerano,ecc.
A luglio ho interpellato una brava psicologa che mi ha detto che lui e'maturo affettivamente, ma immaturo emotivamente e se non si reca dalla psicologa non puo' cambiare, con conseguente interruzione della nostra storia da parte mia. Inoltre ha detto che lui mi ama "a modo suo".
Il problema e' la sessualita'. Lui la vede come una cosa peccaminosa. Abbiamo avuto un rapporto completo dopo 3 anni, perche' lui non si sentiva pronto. Ho molto sofferto. Pero' mi dicevo sempre: un giorno cambiera'. Si', e' vero, l'abbiamo fatto(quasi tutte le volte con eiaculazione ritardata), pero' lo facciamo molto poco perche' lui ritiene che se la passione si brucia tutta subito, poi non ne rimarra' piu' per il futuro. Inoltre dice che non vuole abusare del mio corpo perche'non vuole trattarmi come una poco di buono. Quando lo faccio ragionare sulle cose senza senso che dice, lui capisce e si corregge, dicendo che si e' espresso male, che la sessualita' e' fondamentale in un rapporto, ecc. Io non voglio perderlo. E' una brava persona, intelligente, sensibile, premurosa, allegra. Pero', non posso continuare a frustrare i miei bisogni sessuali. Capisco che lui abbia ricevuto una rigida educazione sessuale dalla sua famiglia, che sua madre e' una donna fredda e poco espansiva, pero',
come posso aiutarlo a tirare fuori questa sua parte emotiva? Ho assecondato anche il suo desiderio di indossare abiti sexy in latex, ma senza risultato.(fa sempre fatica a lasciarsi andare con conseguente eiac. precoce). Credo che non riesca a unire il sesso e l'amore in un unica persona. Cosa posso fare? Devo lasciarlo nel suo brodo? La prego, mi aiuto.

Salve, visto che il suo ragazzo è già in terapia e che lei vuole aiutarlo a risolvere il "vostro" problema, potreste provare con una terapia sessuale di coppia che è sia mirata a lui e ai suoi problemi sessuali di eiaculazione che al vostro rapporto e alla vostra relazione più in generale, in questo modo in tempi brevi potreste ritrovare la vostra serenità anche a livello sessuale ed evitare di lasciarvi per questo motivo. Buon lavoro

 

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

News Letters

0
condivisioni