Pubblicità

Sessualità (6257)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 29 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Elisa, 23 anni

Sto con il mio ragazzo da più di tre anni, il nostro rapporto va bene ma penso che parte dei miei dubbi siano dovuti al fatto che ho avuto la prima vera esperienza sessuale con lui (e dunque con nessun'altro).
Sono stata via un pò di tempo per motivi di studio ed in questo periodo mi sono invaghita di un ragazzo (che probabilmente non rivedrò mai più per motivi di lontananza). ho pensato che fosse dovuto alla sua mancanza e al fatto che in un luogo nuovo ognuno ricostruisce da capo e con persone nuove e diverse la propria identità.
Ma ancora oggi mi pento di non aver "combinato" niente con questo ragazzo (col quale avevo una evidente attrazione e sintonia ricambiata e col quale -tutti e due- abbiamo evitato che accadesse qualcosa,perchè anche lui fidanzato). ogni tanto sogno di essere sul punto di fare sesso (e non amore) con qualcuno di attraente e di non avere sensi di colpa (non avendo messo in quest'azione il cuore).
Probabilmente ho la necessità di un confronto. Non avendo avuto altre esperienze mi chiedo come possa essere con altri, se
si provi qualcosa di diverso. ma non è giusto nei confronti del mio ragazzo...proprio non se lo merita! e, ho anche paura che se dovessi fare una scappatella, non mi risolverebbe niente e mi lascerebbe soltanto sensi di colpa per la mancanza di rispetto. nonostante ciò ho bisogno di sapere: se il sesso è quanto già conosco o se c'è dell'altro. non so come spiegarmi, ma sento che
questo dubbio potrà rovinare il rapporto col mio ragazzo, che nella mia vita è arrivato troppo presto. non ho molte esperienze e mi fa paura a quest'età.
non sono mai stata moralista... è che non mi è mai capitato prima... tutto qui! mi chiedo se tutto ciò sia normale...e come fare a togliermi ogni dubbio o capire quale sia il comportamento adatto!
grazie in anticipo!


Gentile Elisa,
purtroppo i dubbi rispetto a ?come sarebbe stato se..? ce li hanno tutti, perchè quasi sempre nella vita bisogna fare delle scelte, e scegliere una cosa necessariamente ne esclude un'altra. Lei è molto giovane, e il bisogno di fare delle esperienze è assolutamente normale alla sua età.
Con ciò non voglio invitarla a tradire il suo ragazzo, e neppure a lasciarlo. Il fatto che possa infatuarsi di altre persone, provare del desiderio nei loro confronti è anch'esso normale. Forse bisogna domandarsi se il gioco valga la candela, se dentro di sé è più forte il desiderio di fare esperienze nuove, o l'amore.
Il suo non è certo un compito facile, Elisa, dovrà farsi delle domande, su cosa desidera, su cosa prova per il suo ragazzo. Ma spero che sia consolante per lei sapere che attraverso crisi del genere ci passano quasi tutti Auguri

( risponde il dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Ippocampo

Struttura sottocorticale sistuata all'interno di ciascun emisfero cerebrale, in corrispondenza della superficie mediale, dalla forma simile ad un cavalluccio ma...

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters

0
condivisioni