Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia (000560)

on . Postato in Sessualità | Letto 5 volte

Mary, 35 anni

Egregio Esperto, avendolo "colto in flagrante" una notte davanti al pc, ho scoperto che mio marito pratica da sempre l'autoerotismo, generalmente con l'ausilio di materiale porno (riviste, foto, filmati). Non gli ho mai negato nulla, ci siamo sempre sbizzarriti, quindi non si può certo dire che la sua "curiosità" sia rimasta privata e nascosta per il rispetto, verso la mia persona, che gli avrebbe impedito di avanzarmi certe richieste. Sono sempre stata complice e ben disposta anche quando desiderava qualcosa di "sbrigativo", senza chiedere nulla in cambio per me stessa e mai gliel'ho fatto pesare. Durante i rapporti, raccontavo ciò che lo eccitava, anche a costo di sentirmi, silenziosamente, imbarazzata e umiliata.
Nonostante tutto ciò, tante volte lui si è negato per "arrangiarsi da solo", anche quando decantava la carica erotica emanata dalle donne incinta e poi mi abbandonava a letto, in dolce attesa di suo figlio, per sfogarsi guardando "gli altri pancioni" in filmato (NB: non ha mai avuto paura di farmi male o altro, non era la prima gravidanza). Ora, mi ritrovo depressa e con l'orribile certezza di essere stata soltanto il suo giocattolino, usata e disprezzata, nonostante lui neghi fermamente e affermi anzi di nutrire profondi e positivi sentimenti per me.
Mi dica per cortesia se veramente, come lui sostiene, sono paranoica e satura di idee sbagliate. Oppure, più semplicemente, se sono la donna sbagliata per lui. Grazie.

Gentile Mary, lei si pone nei confronti di questi persona decisamente in posizione down, sia di fronte alle sue richieste sessuali che nell'ipotesi di essere sbagliata o paranoica.
Il sentimento che lei prova di sentirsi sedotta e abbandonata oltre che insoddisfatta potrebbe essere la molla che la spinge a questo punto a chiedere aiuto all'esterno provando ad inziare un percorso interiore in cui successivamente potrebbe coinvolgere anche il suo compagno nel tentativo di ristrutturare la vostra coppia in base alle esigenze di ciascuno. Buon lavoro.

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di coppia e famiglia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters