Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia (000560)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 21 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Mary, 35 anni

Egregio Esperto, avendolo "colto in flagrante" una notte davanti al pc, ho scoperto che mio marito pratica da sempre l'autoerotismo, generalmente con l'ausilio di materiale porno (riviste, foto, filmati). Non gli ho mai negato nulla, ci siamo sempre sbizzarriti, quindi non si può certo dire che la sua "curiosità" sia rimasta privata e nascosta per il rispetto, verso la mia persona, che gli avrebbe impedito di avanzarmi certe richieste. Sono sempre stata complice e ben disposta anche quando desiderava qualcosa di "sbrigativo", senza chiedere nulla in cambio per me stessa e mai gliel'ho fatto pesare. Durante i rapporti, raccontavo ciò che lo eccitava, anche a costo di sentirmi, silenziosamente, imbarazzata e umiliata.
Nonostante tutto ciò, tante volte lui si è negato per "arrangiarsi da solo", anche quando decantava la carica erotica emanata dalle donne incinta e poi mi abbandonava a letto, in dolce attesa di suo figlio, per sfogarsi guardando "gli altri pancioni" in filmato (NB: non ha mai avuto paura di farmi male o altro, non era la prima gravidanza). Ora, mi ritrovo depressa e con l'orribile certezza di essere stata soltanto il suo giocattolino, usata e disprezzata, nonostante lui neghi fermamente e affermi anzi di nutrire profondi e positivi sentimenti per me.
Mi dica per cortesia se veramente, come lui sostiene, sono paranoica e satura di idee sbagliate. Oppure, più semplicemente, se sono la donna sbagliata per lui. Grazie.

Gentile Mary, lei si pone nei confronti di questi persona decisamente in posizione down, sia di fronte alle sue richieste sessuali che nell'ipotesi di essere sbagliata o paranoica.
Il sentimento che lei prova di sentirsi sedotta e abbandonata oltre che insoddisfatta potrebbe essere la molla che la spinge a questo punto a chiedere aiuto all'esterno provando ad inziare un percorso interiore in cui successivamente potrebbe coinvolgere anche il suo compagno nel tentativo di ristrutturare la vostra coppia in base alle esigenze di ciascuno. Buon lavoro.

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di coppia e famiglia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Ansia da separazione

La causa alla base di questa esperienza nel successivo sviluppo di un disturbo mentale non ha più significato senza l’interazione di altri fattori ...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

News Letters

0
condivisioni