Pubblicità

Sessuologia (000837)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 156 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesca, 26 anni

Caro dottore, mi rivolgo a lei per un dubbio che mi crea non pochi problemi. Sono una donna di 26 anni, sono laureata in pedagogia e sposata da maggio 04. Ho entrambi i genitori e una sorella che vivono a 100 km. convivo con mio marito da circa sette anni e in tutto questo tempo non sono mai riuscita a provare l'orgasmo durante una penetrazione. Non credo che questo sia gravissimo perchè in altri modi riesco a raggiungerlo, il problema mi viene dal fatto che ho iniziato a masturbarmi quando ero molto piccola (5/6 anni,forse prima)e, dagli studi che ho fatto e da affermazioni fatte da colleghe che hanno lavorato in centri per bimbi in situazioni familiari difficili, ho capito che masturbarsi a quell'età è praticamente impossibile perchè non ci si pensa, me l'ha detto anche mio marito che è un educatore scout e ha avuto a che fare con tanti bimbi in situazioni degradate. Ricordo anche dei sogni ricorrenti che facevo da piccola in cui io e un altro bambino venivamo attirati con un gioco da una signora molto grassa e inquietante, cattiva, coi capelli rossi che però sapevo che ci avrebbe costretto a fare cose che non volevamo. So anche che a casa dei miei genitori l'argomento sesso era tabù e che mio padre, quando ero molto piccola, arrestò un pedofilo. Sono tutte informazioni che ho avuto ascoltando dei discorsi di nascosto e non so se c'entrano con me, ma la mia vita sessuale è triste perchè non riesco a dare a mio marito ciò che vorrei, mascherando il mio disagio con la svogliatezza e la stanchezza e spesso mi sento in colpa se mio marito mi cheide di provare posizioni nuove per esempio. Ora mio marito si stà dando a chat per adulti anzichè stare con me, ho paura che questa situazione minerà la nostra felicità. Mi basterebbe sapere se il mio disagio potrebbe essere dovuto a qualche episodio di violenza che ho rimosso o se capita anche ad altri bambini di masturbarsi così piccoli senza avere necessariamente subito qualcosa.

Cara francesca, il fatto di essersi masturbata da piccola non credo sia preoccupante, in quanto è un atteggiamento abbastanza normale quello di toccarsi e può succedere anche prima di quell' età , poichè rappresenta la risposta ad uno stimolo di cui il bambino non è cosciente.
Le situazioni difficili che il bambino vive possono invece creare delle anomalie, questi ricordi di cui mi parla potrebbero essere analizzati con l'aiuto di uno psicoterapeuta ad approccio sessuale ed eventualmente capire anche se esiste un legame con la sua incapacità di raggiungere l'orgasmo in penetrazione. Dopo aver chiarito questi lati oscuri sicuramente il vostro rapporto potrà migliorare. Buona fortuna

 

(risponde la dott.ssa Benedetta Mattei)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola faccio f...

Fobie paranoie (1579177546962)

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo t...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55 , 20 anni Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi per il servizio che offrite. Sono una ragazza di 20 anni. Non ho un partner fisso...

Area Professionale

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Le parole della Psicologia

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

News Letters

0
condivisioni