Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia (103707)

on . Postato in Sessualità | Letto 5 volte

Alessio 17

Salve sono un ragazzo di 17 anni ancora per poco, chiedo gentilmente una vostra consulenza, ormai da un bel po' di anni a questa parte provo piacere per il mio stesso sesso, questo interesse ormai fa parte di me da circa 4 o 5 anni, mi masturbo molto spesso quasi tutti i giorni per non piu' di una volta (molto raramente e' successo che capitasse due volte in una giornata) e spesso il mio pensiero durante l'atto e' rivolto a un ragazzo con cui mi immedesimo(sempre mentalmente)in un rapporto, un amico a caso(a seconda dei periodi)per cui provo un'attrazione fisica, ne posso contare 4 o 5. Quando ero piu' piccolo mi e' anche successo di avere dei contatti, con uno(almeno per lui)era quasi per gioco mentre con l'altro era piu' per curiosita'. Io provo interesse anche per il sesso femminile, non e' un interesse a pieni titoli ma questo non lo e' nemmeno quello per gli amici, insomma sono interessato a tutti e due i sessi, non provo ribrezzo per le donne pero' allo stesso tempo MI SEMBRA di preferire il sesso maschile o almeno di rivolegere il mio pensiero maggiormente a quello maschile ma non ne sono totalmente sicuro. Vorrei non aver mai minimamente avuto un lontano interesse per un ragazzo anzi vorrei aver potuto provare sempre ribrezzo da questo lato per il sesso maschile(come penso che sia per ogni persona normale) pero' ormai non riesco a non pensarci... Spero di non essere omosessuale, un tempo pensavo che fosse semplice curiosita' di un ragazzino in fase adolescenziale e trovavo una giustificazione pensando che sicuramente accade lo stesso ai miei amici e chiaramente anche loro non ne parlano ma ora man mano che il tempo passa sono molto pessimista, puntualizzo che ora come ora non vorrei mai avere un rapporto fisso con un ragazzo intendo un rapporto d'amore ma sarei tentato da un rapporto sessuale, pero' dovrei avere la certezza dell'anonimato perche' temo che questo mio interesse particolare possa essere scoperto dalle persone che mi circondano. Di me vi potrei dire tanto ma penso che per analizzare questo caso siano inutili poche informazioni, mi riduco a dirvi che seono vergine ma questo e' perche' non ho mai lavorato in questo senso, penso che l'occasione l'avrei avuta e anche piu' di una volta ma non mi sono attivato, mi sento un bel ragazzo e non ho complessi di apparenza, sono un tipo molto sentimentale, soprattutto verso gli amici, sono molto sensibile verso il rapporto che ho con PARTE di loro per alcuni provo dispiacere quando li vedo tristi e vorrei poterli sempre aiutare e affiancare nella vita anche se forse sono il piu' colmo di problemi rispetto a loro, quando si comportano in un certo modo (magari anche involontariamente) mi sento ferito e spesso sono banalita' infatti me le tengo per me ma questi episodi comunque sono rari o meglio piu' del passato, adesso mi trovo bene fra gli amici e quello che voglio e' sempre il loro bene e sogno in grande per un futuro a carattere di divertimento e belle esperienze con loro(questo al di la' dell'interesse sessuale), altre volte mi e' capitato anche di immaginare proprio di perdere un amico o un altro, sognavo proprio a occhi aperti la sua morte e immaginavo il mio stato d'animo allo sbando e irrecuperabile quasi come per dimostrarmi quanto tengo a loro o forse questo e' dovuto al fatto che io sono un tipo molto fantasioso. Non so se puo' esservi d'aiuto ma vi dico anche che frequento la scuola, che faccio uso di canne (soprattutto Marijuana) trovandone piacere e senza crearmi preoccupazioni, che in famiglia non mi trovo molto bene ma compensa il fatto che mi trovo molto bene fuori di casa ovunque con i miei amici. Chiedo aiuto a voi per riuscire a capire cosa mi spinge ad avere questi interessi un po' fuori dal normale, spesso ho pensato di cercare una persona(in grado di aiutarmi in pieno)con cui parlare ma ho sempre considerato impossibile trovarla, ora forse ci sono riuscito, e' la prima volta che espongo questo problema a qualcuno e' sempre stata una cosa che e' rimasta chiusa dentro di me quindi vi chiedo cortesemente di aiutarmi al meglio. Grazie

Caro Alessio, innanzi tutto vorrei rassicurarti, non sei una persona "anormale" e i desideri che provi non sono "un po' fuori dal normale". Non posso dirti se tu sia o meno omosessuale perché di solito questa è una cosa che si sa da soli, e della quali si è certi solo dopo aver provato. Ma se così fosse, non c'è niente di male in questo, non devi assolutamente sentirti diverso dagli altri. L'omosessualità non è una malattia, non è una devianza, è semplicemente una scelta dell'oggetto d'amore, esattamente come l'eterosessualità. Mi rendo conto che a 17 anni possa non essere facile trovarsi di fronte questa realtà, soprattutto in Italia che è purtroppo un paese molto arretrato rispetto ad argomenti di questo genere. Per questo mi sento di consigliarti di chiedere aiuto ad uno psicologo; puoi rivolgerti alla asl della tua città o al consultorio. Hai fatto molto bene ad aprirti, e scrivere di questa cosa, ma adesso forse occorre fare un passo ulteriore, ovvero chiedere aiuto di persona. Fatti coraggio

(risponde la dott.ssa Serena Leone)

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie sessuali ...

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters