Pubblicità

Sessuologia (1089471)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 25 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sandro 40

Ho 40 anni, sono sposato da dodici, ho due figli di 10 e 5 anni, un buon lavoro ben retribuito e sono contento di farlo. Da circa due anni, io e mia moglie ci siamo allontanati sessualmente, diradando i rapporti sessuali che da alcuni mesi si sono interrotti del tutto.

Io sono innamorato di mia moglie, non l'ho mai tradita, non sono gay, ma ho difficoltà a stare in intimità con lei. Ho una sorta di pudore che ad un certo punto mi fa desistere dal continuare. Io sono fuori casa per lavoro quasi tutte le sere e quando rientro verso mezzanotte, lei dorme. Ho rispettato il suo dormire e non l'ho svegliata.

Ora lei dice di volersi riprendere la sua vita, di essere stanca di vivere sempre e solo con i figli e vuole amici con cui parlare e condividere passioni, hobby, interessi e che le manca il sesso. Per cui sta uscendo due volte la settimana con dei colleghi di lavoro con i quali dice di trovare interessi per la lettura, l'arte e di divertirsi. Noi parliamo, e per ora, da quel che dice, non ha intenzione di trovare sesso altrove. Vorrebbe però che io ritornassi il buon amante che ero.

Le mie domande sono: come devo vivere il fatto che lei esca con gli amici? Il fatto che io soffra ora, arriva tardi? Come perdere questo pudore?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Caro Sandro, non è possibile sostenere una relazione per tanti anni, utilizzando strategie e modalità sempre uguali. E' come un terreno che, coltivato con le stesse sementi per troppo tempo, non produce più un buon raccolto. Una delle false credenze che vige tra l'altro è che basta parlare della crisi per risolvere la crisi.

Quel che occorre è invece mettersi in discussione seriamente e cercare in se stessi la capacità perduta di vivere delle fantasie. Nelle coppie, specie con figli, bisogna tener conto che molto del linguaggio e del rapporto stesso rischia di diventare funzionale e strumentale al buon andamento e ad una efficiente organizzazione del quotidiano. Succede così che l'incontro sia impostato più sulla "spesa" da fare al supermercato e sulla scuola dei figli che su uno scambio di impressioni, opinioni, pensieri e sentimenti.

E' quello che tua moglie sta cercando in altri. La sessualità non dimenticare poi che è, in una coppia collaudata, una forma di linguaggio e riscoperta al tempo stesso, un darsi e prendere sempre e comunque la propria capacità di eccitarsi e vivere insieme un piccolo viaggio nella fantasia.

Se c'è questa risorsa, bene, altrimenti rischia di diventare una modesta routine, in cui il volere è una volontà, non un desiderio. E' un sottile gioco fatto di sottigliezze.

 

(risponde la Dott.ssa Lucia Daniela Bosa)

 

 

Pubblicato in data 23/11/07

 

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 

Tags: sessualità

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

News Letters

0
condivisioni