Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia (113853)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 16 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco 20

Salve, la mia richiesta attiene ad un argomento sicuramente fuori dall'ordinarietà: ho conosciuto una ragazza che vive all'estero e della mia stessa età. Non ci siamo ancora incontrati per ora (per motivi pratici), ma progettiamo sicuramente di farlo nel giro di alcuni mesi. Siamo innamorati e da un pò viviamo la nostra sessualità, usando delle webcam, e quindi facendo il cosiddetto "sesso telematico". La mia domanda è duplice: c'è qualcosa di patologico o potenzialmente patologico in questa pratica? E in generale in un rapporto d'amore a distanza, che sia composto di incontri relativamente pochi, c'è una qualche anormalità o alterazione della personalità? O si tratta solo di diversità? Grazie.

Caro Marco, in questa era, così fortemente dominata dalla tecnologia, sono molte le persone che intraprendono rapporti a distanza, senza aver mai veramente conosciuto la persona di cui sono innamorate. A mio parere, nella pratica del “sesso telematico” non c’è nulla di patologico di per sé, a patto che rimanga un gioco, una variante di una sessualità vissuta in tutte le sue sfaccettature, non l’unico modo per incontrarsi. Lo stesso vale per i rapporti a distanza; sono più difficili di altri magari, ma non intrinsecamente patologici. C’è solo una cosa sulla quale vorrei portare la tua attenzione: innamorarsi di una persona che non si è mai vista è una cosa rischiosa, ed anche alle volte illusoria. Conoscendo qualcuno via internet può nascere certo un’attrazione, una simpatia, ma l’innamoramento è una cosa che richiede la presenza fisica dell’altro. Per innamorarsi di qualcuno bisogna conoscere l’espressione del suo viso, l’odore della sua pelle, tutte cose che è difficile passare attraverso una chat o una webcam. Non c’è nulla per cui tu debba sentirti anormale, solo tieni conto del fatto che comincerai a conoscere veramente questa ragazza solo dopo che vi sarete incontrati, e solo allora potrai dire se ne sei innamorato. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 01/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che fare? (1520934157214)

Roberta, 26     Buongiorno, sto insieme al mio ragazzo da 5 anni e dopo alcuni alti e bassi, circa 6 mesi fa abbiamo deciso di provare a vivere i...

Amore non corrisposto (152165…

very, 19     Salve, le scrivo perchè non riesco a liberarmi di una persona... ...

Senso di vuoto (1521458836682)

Cristina, 16     Buongiorno. Sono una ragazza curiosa, tranquilla, un po' sognante, mi dicono matura per la mia età e non sono proprio la person...

Area Professionale

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

La misura del cambiamento in p…

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle r...

La Psicoterapia Psicodinamica…

La prestigiosa rivista “The American Journal of Psychiatry” ha pubblicato nuovi dati meta-analitici che confermano come l'efficacia della psicoterapia psicodina...

Le parole della Psicologia

Affetto

L'affetto (dal latino adfectus, da adficere, cioè ad e facere, che significa "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

News Letters

0
condivisioni