Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia (113853)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 32 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Marco 20

Salve, la mia richiesta attiene ad un argomento sicuramente fuori dall'ordinarietà: ho conosciuto una ragazza che vive all'estero e della mia stessa età. Non ci siamo ancora incontrati per ora (per motivi pratici), ma progettiamo sicuramente di farlo nel giro di alcuni mesi. Siamo innamorati e da un pò viviamo la nostra sessualità, usando delle webcam, e quindi facendo il cosiddetto "sesso telematico". La mia domanda è duplice: c'è qualcosa di patologico o potenzialmente patologico in questa pratica? E in generale in un rapporto d'amore a distanza, che sia composto di incontri relativamente pochi, c'è una qualche anormalità o alterazione della personalità? O si tratta solo di diversità? Grazie.

Caro Marco, in questa era, così fortemente dominata dalla tecnologia, sono molte le persone che intraprendono rapporti a distanza, senza aver mai veramente conosciuto la persona di cui sono innamorate. A mio parere, nella pratica del “sesso telematico” non c’è nulla di patologico di per sé, a patto che rimanga un gioco, una variante di una sessualità vissuta in tutte le sue sfaccettature, non l’unico modo per incontrarsi. Lo stesso vale per i rapporti a distanza; sono più difficili di altri magari, ma non intrinsecamente patologici. C’è solo una cosa sulla quale vorrei portare la tua attenzione: innamorarsi di una persona che non si è mai vista è una cosa rischiosa, ed anche alle volte illusoria. Conoscendo qualcuno via internet può nascere certo un’attrazione, una simpatia, ma l’innamoramento è una cosa che richiede la presenza fisica dell’altro. Per innamorarsi di qualcuno bisogna conoscere l’espressione del suo viso, l’odore della sua pelle, tutte cose che è difficile passare attraverso una chat o una webcam. Non c’è nulla per cui tu debba sentirti anormale, solo tieni conto del fatto che comincerai a conoscere veramente questa ragazza solo dopo che vi sarete incontrati, e solo allora potrai dire se ne sei innamorato. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 01/03/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Complesso di Elettra

Secondo la definizione di Carl Gustav Jung il complesso di Elettra si definisce come il desiderio della bambina di possedere il pene, e della competizione con l...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

News Letters

0
condivisioni