Pubblicità

Sessuologia (118313)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 32 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cristina 27

Gentili dottori, la mia richiesta è molto semplice, cercherò di essere breve ma esauriente. Il mio problema con i ragazzi consiste in questo. Non riesco ad esternare affetto o interesse nei confronti della persona che mi piace, anzi, quando qualcuno mi piace faccio di tutto per allontanarlo e se lui magari era un po' interessato a me, tanto meglio, provo ancora più soddisfazione. Mostrare la mia indipendenza e autosufficienza affettiva è l'unica cosa che mi faccia sentire forte, orgogliosa di me. Inutile dire che dopo, intendo dire dopo aver perso la persona che mi piaceva, sto malissimo ogni volta per mesi. Non so da cosa questo mi derivi, posso solo dirvi che in vita mia ho sempre pensato allo studio e al dovere, non mi sono mai esposta con i ragazzi e, per la mia timidezza, ho sempre subito rifiuti pur essendo molto carina. Forse per questa ragione, per una sorta di "vendetta" oggi mi comporto così, o forse per non deludere i miei genitori e mostrar loro che sono sempre e solo dedita al dovere, sebbene loro, pur esigenti, non mi abbiano mai chiesto di rinunciare agli affetti. Datemi voi una vostra opinione perché, pur volendolo, non riesco a modificare questo meccanismo. Vi ringrazio e saluto.

Cara Cristina, la richiesta sarà semplice, ma la risposta lo è sicuramente molto meno. Sarebbe importante infatti comprendere a pieno questo meccanismo, capire come si è generato e quando, ma soprattutto come si mantiene attivo adesso. Io non credo molto nell'auto-cura quindi ti invito subito ad una consulenza con uno psicologo in carne ed ossa, perchè tu possa affrontare con lui un percorso di scoperta e modificazione di questo tuo modo di fare che ti sta facendo soffrire.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

 

Pubblicato in data 08/05/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni