Pubblicità

Sessuologia (119390)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 37 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Diego 34

Salve, sono un ragazzo di 34 anni, da circa due anni ho una relazione seria con una ragazza di 30 anni (laureata in psicologia). Circa tre settimane fa, parlando con lei, sono venuto a conoscenza che nel periodo prima di conoscermi ha avuto diversi partners. Sono rimasto un po' sconcertato perchè per la stima che nutro nei suoi confronti, e per l'alta considerazione che ho di lei, mai mi sarei aspettato una simile cosa (premetto che ho sempre pensato che il passato è, e deve, rimanere passato). Mentre mi raccontava di queste esperienze (dietro mia richiesta) mi ha parlato di aver avuto rapporti con un ragazzo che era molto dotato (ma che a suo dire non l'aveva affatto soddisfatta, benchè le dimensioni del suo pene fossero notevoli, rassicurandomi che preferiva il mio pene poichè io lo so usare bene). Devo dire che anche questa cosa (del rapporto con una persona dotata) mi ha infastidito ulteriormente. Successivamente, nei nostri momenti intimi, mentre la stimolavo manualmente, le ho chiesto di parlarmi del suo rapporto sessuale avuto con questa persona, lei ha accettato e mentre mi raccontava ha raggiunto abbastanza velocemente un orgasmo fortissimo. Il mio quesito è questo, è normale da parte sua tutta questa eccitazione (benchè continui a dire che quel pene così grande, sia come lunghezza che diametro, non gli ha dato un gran piacere)? Io ora, pensando a quanto è accaduto mi sento come sminuito e avverto un grande fastidio, pensando che la persona che amo sia stata "presa" da un uomo più dotato di me, e allo stesso tempo provo un'insana eccitazione nell'immaginare quel momento. Perchè? Grazie.

Caro Diego, la dimensione del pene non è sinonimo di arrivare all'orgasmo poichè altri sono i parametri per ottenerlo. La storia del passato della tua ragazza non deve coinvolgerti poichè tu l'hai conosciuta successivamente alle sue esperienze, quindi ipoteticamente per te è vergine. Per avere un buon rapporto sia affettivo sia sentimentale che sfocia nell'amore della coppia, con la conseguenza di un buon rapporto sessuale, dovete iniziare a confrontarvi non sul passato ma sul presente, che è la cosa importante. Il consulto da uno psicoterapeuta per annullare i dubbi non è sconsigliabile, anzi credo che esso possa esservi utile, anche alla ragazza che, laureata in psicologia, forse non ha ben chiaro come ci si comporta in una nuova storia. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 10/06/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti co...

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

News Letters

0
condivisioni