Pubblicità

Sessuologia (122245)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 334 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anna 38

Sono una donna di 38 anni e sto assieme ad un uomo di 36 anni che tutti i giorni o si masturba 2 volte (quando va bene), o vuole avere rapporti. Mi chiedo se è normale o se ha qualche malattia, magari è un ninfomane; c'è anche da dire che sta uscendo da un problema di tossicodipendenza di oltre 15 anni. Spero di ricevere una vostra risposta, un cordiale saluto.

 Cara Anna, il numero di rapporti che una persona ha al giorno non è di solito indice di qualche disturbo, a meno che questo impulso non si manifesti in maniera compulsiva-ansiosa o aggressiva. Se è un piacere che il tuo uomo sente di voler soddisfare, senza ledere la tua volontà e dignità, questo non è considerabile un problema. Inoltre, va verificato se tale atteggiamento costituisce un cambiamento da un modo di comportarsi precedente e se ha inficiato in qualche modo la vita sociale, lavorativa o di altre aree importanti per la persona. Mi spiego meglio: se per masturbarsi non va a lavorare, o se ti usa violenza, o se "deve" farlo per sedare una forma d'ansia o superare un senso di astinenza della droga, allora sì, può essere un problema che ti consiglio di risolvere quanto prima, perchè i "tossici" sono inclini alla dipendenza (Addiction), qualunque tipo di dipendenza! Se sta uscendo da una tossicodipendenza tanto lunga e viene aiutato dal SerT o da una comunità, digli di parlare di questo problema con lo psicologo di riferimento e se sentite che non vi sono d'aiuto, rivolgetevi ad un privato, perchè purtroppo i servizi USL territoriali non possono occuparsi di tossicodipendenze (che sono competenza dei SerT). Secondo me potrebbe bastare uno psicologo con competenze di tipo sessuologico, senza necessariamente essere un sessuologo, meglio se con orientamento cognitivo-comportamentale se si tratta di una nuova dipendenza o di un comportamento a sfondo ansioso.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 22/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di dipendenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

News Letters

0
condivisioni