Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sessuologia (122245)

on . Postato in Sessualità | Letto 7 volte

Anna 38

Sono una donna di 38 anni e sto assieme ad un uomo di 36 anni che tutti i giorni o si masturba 2 volte (quando va bene), o vuole avere rapporti. Mi chiedo se è normale o se ha qualche malattia, magari è un ninfomane; c'è anche da dire che sta uscendo da un problema di tossicodipendenza di oltre 15 anni. Spero di ricevere una vostra risposta, un cordiale saluto.

 Cara Anna, il numero di rapporti che una persona ha al giorno non è di solito indice di qualche disturbo, a meno che questo impulso non si manifesti in maniera compulsiva-ansiosa o aggressiva. Se è un piacere che il tuo uomo sente di voler soddisfare, senza ledere la tua volontà e dignità, questo non è considerabile un problema. Inoltre, va verificato se tale atteggiamento costituisce un cambiamento da un modo di comportarsi precedente e se ha inficiato in qualche modo la vita sociale, lavorativa o di altre aree importanti per la persona. Mi spiego meglio: se per masturbarsi non va a lavorare, o se ti usa violenza, o se "deve" farlo per sedare una forma d'ansia o superare un senso di astinenza della droga, allora sì, può essere un problema che ti consiglio di risolvere quanto prima, perchè i "tossici" sono inclini alla dipendenza (Addiction), qualunque tipo di dipendenza! Se sta uscendo da una tossicodipendenza tanto lunga e viene aiutato dal SerT o da una comunità, digli di parlare di questo problema con lo psicologo di riferimento e se sentite che non vi sono d'aiuto, rivolgetevi ad un privato, perchè purtroppo i servizi USL territoriali non possono occuparsi di tossicodipendenze (che sono competenza dei SerT). Secondo me potrebbe bastare uno psicologo con competenze di tipo sessuologico, senza necessariamente essere un sessuologo, meglio se con orientamento cognitivo-comportamentale se si tratta di una nuova dipendenza o di un comportamento a sfondo ansioso.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 22/07/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di dipendenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini ch...

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

News Letters