Pubblicità

Sessuologia (127669)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 344 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anita 25

Buonasera, non avrei mai pensato un giorno di scrivere questa mail. Tenterò di essere sintetica. Il rapporto con i miei genitori è stato per anni conflittuale, un padre violento, una madre silenziosa rispetto a tutto ciò, due fratelli più piccoli. Ho sempre avuto rapporti sessuali con uomini, anche più grandi di me, di cui mi sono sempre innamorata. Sono sempre stati rapporti particolari, credo, uomini sposati, single, persone che io reputavo particolari, sognatori. Ecco il problema è che mi sento attratta, non so in che modo, dalle donne. Non so spiegare questa attrazione, non potrei mai amare una donna, volerle bene, ma sono attratta dalle donne: ho delle reazioni fisiche se vedo delle donne in certi atteggiamenti, magari su internet, però come se fosse una cosa privata che difficilmente riuscirei a tradurre in pratiche sessuali quotidiane. Ho sempre avuto un pò paura degli uomini, ma ne ho bisogno il fatto è che più passano gli anni più mi sento non adatta a loro, nel senso che non riesco a farmi capire da loro, credo. Cosa devo fare? Cosa devo pensare? Ho voglia di avere una relazione normale con un uomo, soddisfacente e intrigante. Vorrei pensare degli uomini le stesse cose che penso se penso al corpo di una donna; é che penso che una donna possa capirmi, forse. Sono confusa.

Cara Anita, la storia raccontata mette in evidenza l'omosessualità che è latente in tutti noi. Le problematiche e le difficoltà che vengono riscontrate nei rapporti con la figura maschile molto probabilmente dipendono anche da un interpratazione che viene da lontano cioè dalla tua infanzia e adolescenza turbate da un padre violento. Credo che, prima di cercare un uomo per una relazione seria e duratura, tu debba mettere un po' di chiarezza nella tua psiche. Per questo ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico per rimuovere e capire ciò che è la tua percezione del mondo maschile e a quel punto fare le scelte giuste. Auguri.

(risponde il Dott.Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 03/11/08

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti co...

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

News Letters

0
condivisioni